Il “DownTour” al giro di boa

Sono venti le tappe già felicemente archiviate dal camper bianco e azzurro dell’AIPD (Associazione Italiana Persone Down), partito il 21 marzo scorso dalla Capitale per il proprio “DownTour”, ovvero per attraversare tutta l’Italia con un equipaggio ogni volta diverso, ma sempre composto da due persone con sindrome di Down, un operatore e un familiare. Il tutto promuovendo di volta in volta spazi e momenti di incontro, condivisione di storie, socialità e informazione, con l’obiettivo di superare ogni stereotipo e combattere i pregiudizi

Campobasso, "DownTour 2019"

Una giovane socia dell’AIPD di Campobasso a fianco del camper dell’AIPD, protagonista del “DownTour”

Roma, Viterbo, Perugia, Arezzo, Grosseto, Livorno, Versilia, Pisa, Prato, Bergamo, Trentino, Belluno, Marca Trevigiana, Venezia/Mestre, San Benedetto del Tronto/Ascoli Piceno, Marsica, Benevento, Barletta, Campobasso e Potenza: sono le venti tappe già felicemente archiviate dal camper bianco e azzurro dell’AIPD (Associazione Italiana Persone Down), partito il 21 marzo scorso dalla Capitale per il proprio DownTour – come avevamo ampiamente raccontato a suo tempo – ovvero per attraversare tutta l’Italia con un equipaggio ogni volta diverso, ma sempre composto da due persone con sindrome di Down, un operatore e un familiare. Il tutto promuovendo di volta in volta spazi e momenti di incontro, condivisione di storie, socialità e informazione, con l’obiettivo di superare ogni stereotipo e combattere i pregiudizi.
Come informano dall’AIPD, finora sono già state «tantissime le persone incontrate e quasi cento gli eventi organizzati: dai laboratori alle visite guidate, dalle mostre ai convegni, dagli incontri nelle scuole alle manifestazioni sportive, dagli eventi gastronomici agli spettacoli».
Il viaggio – voluto, lo ricordiamo, anche per celebrare il quarantennale dell’AIPD – proseguirà ora, ininterrotto, fino al 19 luglio, quando si fermerà a Catania per la pausa estiva. Riprenderà quindi il 9 settembre a Siracusa, verso altre città della Sicilia, per risalire quindi la Penisola, fino a completare le trentotto tappe previste in totale. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: ufficiostampaaipd@gmail.com.

Stampa questo articolo