La solidarietà che vince l’amarezza: abbiamo capito che non siamo soli!

Dopo avere riferito sulle nostre pagine dell’odiosa violazione e del furto subiti dalla Fondazione Alba dell’ANFFAS di Crema, presso il proprio Centro Socio Educativo delle Villette e il Polo di Neuropsichiatria Infantile Il Tubero, diamo spazio a un nuovo contributo proveniente dal Consiglio Direttivo delle stesse organizzazioni, all’insegna del messaggio “La solidarietà che vince l’amarezza”. «Anche in questo momento difficile – vi si scrive tra l’altro – abbiamo capito che non siamo soli e la tanta solidarietà che abbiamo ricevuto ci dà la forza di continuare»

Mani uniteIeri avevamo reso conto sulle nostre pagine dell’odiosa violazione e del furto subiti dalla Fondazione Alba dell’ANFFAS di Crema, presso il proprio Centro Socio Educativo delle Villette e il Polo di Neuropsichiatria Infantile Il Tubero. Oggi riceviamo, dal Consiglio Direttivo della stessa Fondazione Alba e da quello dell’ANFFAS di Crema, un nuovo contributo, all’insegna del messaggio “La solidarietà che vince l’amarezza”.

Messaggi, chiamate, strette di mano, tantissime parole di conforto, una solidarietà immensa e preziosa, un’ondata di affetto che ci ha fatto ancora una volta capire che c’è un grande cuore intorno alle persone con disabilità e all’ANFFAS di Crema.
Anche in questo momento difficile abbiamo capito che non siamo soli, che possiamo continuare questo viaggio sulla strada dell’inclusione condividendo preziosi istanti con gli altri. O semplicemente prendendoci per mano.
In poco tempo, per quanto possibile, gli spazi sono stati ripristinati al fine di garantire continuità alle attività rivolte a persone con disabilità. Un grazie particolare va dunque a tutti gli operatori che hanno permesso da subito la ripresa delle attività del Tubero e da oggi anche quelle delle Villette. Lo sforzo da parte di tutti e di ciascuno, infatti, è stato quello di non interrompere le attività del polo di neuropsichiatria infantile, anche in vista delle imminenti festività, perché la continuità per i nostri bambini e bambine è preziosa.
Il brutto gesto che ci ha colpito non ci ha fermato. La tanta solidarietà che abbiamo ricevuto ci ha dato la forza di continuare. Insieme. Grazie alla nostra comunità, ai cremaschi, alle Istituzioni cittadine e a quanti da tutta Italia ci hanno fatto sentire meno soli.

Già Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale, l’ANFFAS è recentemente diventata Associazione Nazionale di Famiglie e Persone con Disabilità Intellettive e Disturbi del Neurosviluppo.

Ben volentieri riportiamo un ulteriore messaggio ricevuto dalla Fondazione Alba e dall’ANFFAS di Crema: «Poiché molti hanno chiesto come poter contribuire fattivamente al ripristino degli spazi e all’eventuale messa in sicurezza dei due servizi, è possibile effettuare donazioni spontanee all IBAN IT 92 N 03069 09606 100000007769 (causale: “Sostegno CSE Villette e Tubero”)».

Stampa questo articolo