Si continua a gustare il sapore del buio

Accade a Napoli, dove una nuova “cena al buio” verrà proposta l’8 maggio, offrendo ancora una volta l’opportunità di coniugare solidarietà ed enogastronomia in uno stimolante gioco di riconoscimento di odori e sapori, all’interno di una sala completamente oscurata, dove gli ospiti saranno accompagnati in questo vero e proprio “viaggio del gusto” da alcuni camerieri non vedenti

Su sfondo nero due fumetti bianchi, con le scritte: «Buon appetito!» e «Grazie altrettanto!»L’ottima riuscita delle cene al buio a Napoli – delle quali il nostro sito ha già avuto modo di occuparsi (se ne legga cliccando qui) qui – ha fatto sì che tali iniziative continuino ad essere proposte, come accadrà venerdì 8 maggio, presso il Grand Hotel Europa (Corso Meridionale, 14, ore 20.30), con la serata denominata Il sapore del buio, promossa da Rotaract e dall’UNIVOC di Napoli (Unione Nazionale Italiana Volontari Pro Ciechi).

«Com’è già ben noto – spiegano gli organizzatori – le cene al buio sono un evento culturale che da qualche anno raccoglie convinti consensi in tutta Europa, coniugando solidarietà ed enogastronomia in uno stimolante gioco di riconoscimento di odori e sapori, dove anche l’incontro con l’altro avviene attraverso un approccio del tutto nuovo e sorprendente».
In sostanza la cena si terrà in una sala completamente oscurata, in compagnia di commensali sconosciuti, con i quali i presenti potranno condividere impressioni, emozioni e difficoltà. Ad accompagnare gli ospiti in questo vero e proprio “viaggio del gusto” saranno alcuni camerieri non vedenti.

Da segnalare, in conclusione, che il ricavato dell’iniziativa sarà destinato al finanziamento di campi scuola per bambini e ragazzi non vedenti e ipovedenti. (S.B.)

Per ulteriori informazioni: UNIVOC Napoli (Ferdinando Romano), tel. 340 3460221, univocna@univoc.orggenin07@gmail.com.

Stampa questo articolo