Un passo avanti per i lavoratori con sindrome di Down

Una collaborazione innovativa, che fornirà nuove opportunità di integrazione sociale e di sensibilizzazione a favore delle persone con sindrome di Down, è quella definita da un accordo d’intesa tra CoorDown (Coordinamento Nazionale Associazioni delle Persone con Sindrome di Down) e la Società Deichmann Calzature, azienda leader del settore a livello europeo. E un primo risultato concreto si è già avuto a Mestre, con l’assunzione di una giovane con sindrome di Down in un punto vendita Deichmann

Sergio Silvestre di CoorDown ONLUS sottoscrive l'accordo con i responsabili di DeichmannGià al centro della Giornata Mondiale della Sindrome di Down, il 21 marzo scorso (se ne legga nel nostro sito cliccando qui), il tema del lavoro ha vissuto un importante momento di concretezza con l’accordo di collaborazione sottoscritto nei giorni scorsi a Milano da CoorDown ONLUS (Coordinamento Nazionale Associazioni delle Persone con Sindrome di Down) – rappresentata dal suo coordinatore Sergio Silvestre – con la Società Deichmann Calzature, leader del mercato in Europa, per la quale erano presenti il responsabile procuratore per l’Italia Mathias Sommer e il direttore procuratore amministrativo Stefano Granata.

«Questa collaborazione – spiega Silvestre – presenta caratteristiche fortemente innovative e consentirà di creare nuove opportunità di integrazione sociale e di sensibilizzazione a favore delle persone con sindrome di Down, sviluppando al contempo le iniziative di Deichmann a favore del sociale».
Secondo l’accordo sottoscritto a Milano, dunque, le parti attueranno iniziative comuni nei tradizionali appuntamenti annuali che celebrano la Giornata Mondiale e quella Nazionale delle Persone con Sindrome di Down. Presso i negozi Deichmann, ad esempio, saranno allestiti punti di informazione al pubblico, attraverso cui le persone con questa disabilità saranno impegnate direttamente nella sensibilizzazione all’integrazione. Dal canto suo  CoorDown coordinerà le associazioni dislocate su tutto il territorio nazionale, per censire le loro necessità nell’ambito della promozione sociale e lavorativa dei giovani.
Un primo risultato tangibile si è del resto già avuto a Mestre, dove Deichmann ha assunto una giovane con sindrome di Down presso il suo nuovo punto vendita della città veneta. (S.B.)

Per ulteriori informazioni: Ufficio Stampa CoorDown ONLUS, tel. 06 3723909 – 339 5390620, ufficiostampa@coordinamentodown.it.
Stampa questo articolo