Vietato non sfogliarli

È davvero un evento assai interessante la mostra allestita all’Archivio di Stato di Torino, a cura dell’Associazione Area, che resterà aperta fino al 4 aprile. Si tratta infatti di un percorso espositivo che si snoda tra libri per l’infanzia dedicati al tema della disabilità e volumi accessibili realizzati per bambini con disabilità. Un’iniziativa che può senz’altro interessare tutto il pubblico dei piccoli lettori, ma anche operatori, insegnanti, studenti universitari, associazioni e molti altri, valorizzando finalmente in modo visibile le grandi potenzialità dei libri accessibili. A corredo della mostra, sono previsti altri appuntamenti di approfondimento

Logo dell'eventoÈ stata inaugurata all’Archivio di Stato di Torino (Piazza Castello, 209) e resterà aperta fino al 4 aprile, Vietato non Sfogliare 2012. Libri speciali in mostra, percorso espositivo di libri da leggere con i cinque sensi, libri speciali per tutti i bambini: capolavori da toccare, ascoltare, guardare, provare.
Vietato non Sfogliare è in sostanza una mostra che si snoda fra i libri per l’infanzia dedicati al tema della disabilità e i volumi accessibili realizzati per i bambini con disabilità, ma che costituisce certamente un evento di straordinario interesse per tutto il pubblico dei piccoli lettori.
Progettata e realizzata da Area ONLUS di Torino – associazione che dal 1982 costituisce un punto di riferimento per bambini e ragazzi con disabilità e per le loro famiglie – l’iniziativa si propone lo scopo di valorizzare i linguaggi artistici come strumenti di scambio e inclusione, rientrando in un progetto più ampio e composito, volto a sostenere e a favorire una politica di integrazione per i minori in età scolare, attraverso il potere immaginativo dei libri. Questi ultimi, infatti, appaiono come oggetti straordinari nella loro semplicità, ma capaci di aprire squarci su mondi ed esperienze poco noti, rendendo familiare ciò che sembra “estraneo” e “spaventoso” e diventando quindi uno strumento indispensabile anche per raccontare storie di disabilità.

La mostra comprende circa ottanta libri pubblicati in Italia e divisi – come accennato – in due macro-sezioni: libri accessibili (libri tattili; libri in lingua dei segni; libri in grandi caratteri e in caratteri appositi per la dislessia; audiolibri; libri con tecniche di comunicazione alternativa e aumentativa) e libri sulla disabilità (narrativa; albi illustrati). A queste si aggiunge una retrospettiva storica, utile per conoscere alcuni dei passaggi cruciali della storia dei libri speciali, dai primi esemplari didattici in Braille, fino alle soglie dell’era digitale.
Ogni sezione è introdotta da un pannello esplicativo il cui testo è scritto in carattere ad alta leggibilità e tradotto in braille e in lingua italiana dei segni, per garantire la maggiore accessibilità possibile ai contenuti. Ogni libro esposto è corredato inoltre da una recensione le cui copie sono a disposizione dei visitatori. La mostra prevede infine un’Area Disegno perché bambini e ragazzi possano lasciare la loro testimonianza, le loro impressioni e le loro riflessioni a seguito della visita.
Visitabile gratuitamente, dunque, Vietato non Sfogliare si rivolge a un pubblico ampio: allievi delle scuole medie ed elementari – per i quali i libri esposti sono stati pensati e realizzati -, insegnanti, allievi di istituti psicopedagogici, studenti universitari di lettere, scienze della formazione, DAMS e psicologia, allievi delle scuole di psicoterapia, operatori sociosanitari e educatori, responsabili di centri culturali, membri di associazioni e cooperative che si occupano di bambini.

A corredo poi dell’iniziativa, Area ONLUS ha voluto proporre alcuni altri appuntamenti, per approfondire le tematiche dell’evento. Innanzitutto il seminario Lettori senza frontiere. Disabilità, integrazione e libri per l’infanzia, in programma sabato 10 marzo (Sala Conferenze dell’Archivio di Stato, ore 9-13), rivolto a insegnanti e operatori del settore educativo e sociale, sul tema del libro come strumento di inclusione.
In tale sede si vogliono approfondire le potenzialità, ancora poco esplorate, dei libri accessibili ai bambini con disabilità, libri da leggere con i cinque sensi, speciali e gradevoli per tutti, che riescono a offrire – grazie all’utilizzo di codici multipli e creativi – un autentico spazio di incontro nella condivisione dell’esperienza trasformativa dell’immaginazione.
E ancora, il laboratorio Toccare con mano. Il libro tattile e la magia dell’illustrazione per le dita (sabato 24 marzo, presso Area ONLUS, Corso Regina Margherita, 55, ore 10-13), dedicato a insegnanti e operatori sociosanitari, per parlare di libri tattili illustrati.
Infine, una serie di letture animate interattive, per coinvolgere i bambini e illustrar loro le peculiarità dei diversi libri in mostra. (Pietro Martinetti)

La mostra di Torino, come detto, è visitabile gratuitamente. Per informazioni e prenotazioni (riguardanti, queste ultime, i gruppi di classi e gli operatori/insegnanti): Redazione Di.To di Area ONLUS, tel. 331 9895549 (luned’, mercoledì e giovedì, ore 10-17), vietatononsfogliare@areato.org.
Per ulteriori informazioni: Alessandro Armando, tel. 011 837642, alessandroarmando@areato.org o Pietro Martinetti (Mailander), tel. 011 5527305, p.martinetti@mailander.it.
Stampa questo articolo