A Udine c’è “Una Casa nel Cuore”

Si chiama così, infatti, il progetto della Cooperativa Sociale Hattiva Lab ONLUS di Udine, recentemente avviato, tramite il quale, grazie alla realizzazione di una nuova sede, potranno essere ampliate le varie attività di servizio già svolte in favore delle persone con disabilità e delle loro famiglie

Logo del Progetto "Una Casa nel Cuore"

Il logo del Progetto “Una Casa nel Cuore” della Cooperativa Sociale Hattiva Lab ONLUS

È stata recentemente avviata, in Friuli Venezia Giulia, la realizzazione del Progetto Una Casa nel Cuore, la nuova sede, fortemente voluta dalla Cooperativa Sociale Hattiva Lab ONLUS, su una superficie di oltre 1.000 metri quadrati, che permetterà l’ampliamento delle varie attività svolte.
Hattiva Lab è una ONLUS attualmente suddivisa in tre sedi, dislocate nel Comune di Udine, che propone servizi socio-educativi e assistenziali e anche l’organizzazione dell’unica scuola estiva regionale incentrata sullo studio per  ragazzi con disturbi di apprendimento. Essa offre inoltre consulenze specializzate gratuite, a famiglie ed educatori, organizzando anche due Centri Diurni per persone con disabilità, allo scopo di favorire laboratori artigianali (bomboniere solidali in ceramica, oggettistica), oltre ai tre doposcuola specialistici.

La Cooperativa Sociale nasce nel 2005, dopo aver fatto parte inizialmente della Cooperativa Hattiva di Tavagnacco (Udine), diventando un soggetto giuridico autonomo, capace di ampliare i servizi per la disabilità, con l’obiettivo di dare occupazione a persone con disabilità impossibilitate altrimenti a inserirsi nel mondo del lavoro.
Oltre al Centro Diurno, troviamo Infohandicap, centro di informazione e orientamento all’autonomia, all’indipendenza e all’integrazione, divenuto con la Legge Finanziaria del 2009, “Presidio di Rilevanza Regionale”.

Tornando al Progetto Una Casa nel Cuore, per sostenerlo è stata istituita anche una raccolta di fondi, rivolta alle aziende e ai cittadini che condividono i valori di Hattiva Lab, per supportare la realizzazione della nuova sede tramite donazioni di denaro e anche di materiali edili. (Laura Sandruvi)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: info@hattivalab.org.

Stampa questo articolo