Visioni tattili al femminile

Verrà inaugurata il 25 febbraio a Bologna e resterà aperta fino al 22 marzo l’interessante mostra intitolata “Impronte di donne. Visioni tattili al femminile nelle sculture di Sergio Rubini e Felice Tagliaferri”, che partendo dalle figure della mitologia greca e arrivando alla contemporaneità, offrirà al pubblico, vedente e non, un percorso guidato alla visione tattile di opere realizzate in terrecotte policrome, marmo e bronzo

Manifesto della mostra di Bologna, febbraio-marzo 2014Verrà inaugurata martedì 25 febbraio a Bologna (Sala Rosata di Palazzo Malvezzi, Via Zamboni, 13, ore 16) e resterà poi aperta fino al 22 marzo, l’interessante mostra denominata Impronte di donne. Visioni tattili al femminile nelle sculture di Sergio Rubini e Felice Tagliaferri, curata dall’Associazione La Girobussola.
Quest’ultima è nata alcuni mesi fa nel capoluogo emiliano, per promuove la mobilità delle persone con disabilità visiva, tramite la promozione di progetti concreti, volti appunto a favorire il superamento delle barriere che ne ostacolano la piena fruizione delle varie esperienze possibili.

«Sognatrici e romantiche – scrivono gli organizzatori dell’iniziativa, che si avvale del patrocinio della Provincia di Bologna -, ma al tempo stesso forti nell’animo, che lottano e si impegnano quotidianamente. Questa mostra passa dalle figure della mitologia greca, fino a rappresentare la donna contemporanea nei suoi diversi aspetti e ruoli. Un’esposizione che offrirà al pubblico, vedente e non, un percorso guidato alla visione tattile delle opere realizzate in terrecotte policrome, marmo e bronzo. Toccare non sarà un divieto, bensì un invito!». (S.B.)

Ringraziamo Gabry Filistrucchi per la segnalazione.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: info@girobussola.org.

Stampa questo articolo