Per una svolta nelle politiche sociali del Veneto

«Le nostre proposte per il Bilancio Preventivo 2014 della Regione Veneto, più volte presentate ai responsabili istituzionali, sono semplici e chiare: chiediamo cioè al Consiglio Regionale di approvare un bilancio in grado di dare risposte certe alle persone in difficoltà e di incrementare quindi in modo significativo lo stanziamento relativo al Fondo Sociale e a […]

Manifestazione di protesta a Venezia del 12 giugno 2012

Una manifestazione di protesta promossa a Venezia dalla FISH Veneto

«Le nostre proposte per il Bilancio Preventivo 2014 della Regione Veneto, più volte presentate ai responsabili istituzionali, sono semplici e chiare: chiediamo cioè al Consiglio Regionale di approvare un bilancio in grado di dare risposte certe alle persone in difficoltà e di incrementare quindi in modo significativo lo stanziamento relativo al Fondo Sociale e a quello Per la Non Autosufficienza; chiediamo inoltre di escludere dalla spending review i servizi sociali e socio sanitari, operando altresì un taglio deciso e definitivo alle spese inutili».
È questo il messaggio emerso dal recente Direttivo di Padova della FISH Veneto (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), durante il quale si è deciso di promuovere alcune eclatanti iniziative di sensibilizzazione, per porre all’attenzione dell’opinione pubblica, degli Amministratori e dei Consiglieri Regionali la necessità di una svolta nella politica sociale regionale.

«Il Bilancio di Previsione 2014 – dichiarano ancora i responsabili della Federazione veneta – che verrà discusso in Consiglio Regionale il prossimo 4 marzo, e velocemente approvato, è lo strumento che può rendere evidente tale svolta. Infatti, senza un incremento dei finanziamenti per il sociale e il socio sanitario proseguirà l’attuale politica di riduzione generalizzata dei servizi e in tal senso la cifra attualmente stanziata in bilancio per il 2014 è assolutamente insufficiente».

Due, quindi, sono state le iniziative organizzate, a partire da una conferenza stampa e da un sit-in, indetti per venerdì 28 febbraio, in Piazzale Roma a Venezia (ore 11.30-14), nei pressi del Ponte della Costituzione, la quanto mai discussa opera “progettata inaccessibile” dal celebre architetto Santiago Calatrava, e quindi in un luogo dall’ulteriore valore simbolico. Vi prenderà parte una cospicua delegazione di persone con disabilità e familiari, per illustrare appunto le ragioni della protesta e le proprie proposte.
Per martedì 4 marzo, invece, giorno che – come detto – coinciderà con la discussione del Bilancio di Previsione per il 2014, i rappresentanti della FISH hanno deciso di “affollare” Palazzo Ferro Fini (sede veneziana del Consiglio Regionale del Veneto), per assistere alla discussione stessa, e dimostrare con la presenza fisica il sostegno alle proprie proposte, interloquendo direttamente con i Consiglieri Regionali. (S.B.)

Ringraziamo Enrico Agosti per la collaborazione.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: fishveneto@libero.it.

Stampa questo articolo