Il cake design arriva alla Nostra Famiglia

Il cosiddetto “cake design” – tendenza consolidatasi soprattutto in questi ultimi anni, che rende i piatti di cucina vere e proprie opere d’arte, soprattutto in pasticceria – sta per arrivare anche all’Associazione Nostra Famiglia di Bosisio Parini (Lecco), grazie a un corso dedicato a giovani con disabilità, la cui prima edizione prenderà il via in questo mese di marzo, mentre la seconda è prevista per ottobre

Torta di cake design, dedicata ai figli dei fiori

Una torta dedicata ai “figli dei fiori”, presentata nel 2012 al “Cake Design Italian Festival” di Milano (foto di Roberto Gernetti)

È una tendenza consolidatasi a livello culinario soprattutto in questi ultimi anni, quella del cosiddetto cake design, che rende i piatti vere e proprie opere d’arte, soprattutto in pasticceria, e che ora sta sbarcando anche alla Nostra Famiglia di Bosisio Parini (Lecco), grazie a un corso dedicato a giovani con disabilità, con una prima edizione che sta per prendere il via in questo mese di marzo e una seconda prevista per ottobre.
L’iniziativa rientra nell’àmbito del progetto Revolving Doors: orientamento e formazione al lavoro per le fasce deboli e si inquadra all’interno dell’iniziativa Lombardia Plus, per lo sviluppo delle politiche integrate di istruzione, formazione e lavoro per il biennio 2014-2015.
«Ci rivolgiamo a quei giovani con disabilità – spiega Carla Andreotti, responsabile dello Sviluppo e della Formazione per La Nostra Famiglia – che non trovano collocazione nei circuiti tradizionali della formazione professionale , con l’obiettivo di contrastarne la dispersione scolastica e i rischi di disadattamento».
«Il cake design – aggiunge Mario Cocchi , che nell’organizzazione lombarda dirige il settore della Formazione Professionale – rappresenta un valore aggiunto rispetto al laboratorio di pasticceria poiché è in grado di personalizzare il prodotto, andando incontro alle esigenze del cliente. Per queste ragioni il mercato è in forte espansione e l’attività è ancora in fase di sviluppo ed è destinata a diffondersi ulteriormente».
Da ricordare, in conclusione, anche il concorso di risorse dell’Unione Europea, dello Stato Italiano e della Regione Lombardia. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Ufficio Stampa della Nostra Famiglia (Cristina Trombetti), ufficio.stampa@bp.lnf.it.

Stampa questo articolo