Un ampio aggiornamento sulla neurofibromatosi

Sarà quello che caratterizzerà il convegno organizzato per il 10 maggio a Roma dall’ANANAS (Associazione Nazionale Aiuto per la Neurofibromatosi Amicizia e Solidarietà), dedicato appunto a questa rara malattia di origine genetica, dall’evoluzione imprevedibile, ma che può anche degenerare verso forme molto gravi e invalidanti

Istituto CSS Mendel di Roma

L’Istituto CSS Mendel di Roma, dove si terrà il convegno promosso dall’Associazione ANANAS

Malattia rara che colpisce circa 3 bambini su 10.000 nati, la neurofibromatosi è di origine genetica, ha un’evoluzione imprevedibile, ma può degenerare verso forme molto gravi e invalidanti. A occuparsene da oltre dieci anni vi è anche l’ANANAS (Associazione Nazionale Aiuto per la Neurofibromatosi Amicizia e Solidarietà), che per sabato 10 maggio ha organizzato a Roma (Sala Convegni dell’Istituto CSS Mendel, Viale Regina Margherita, 261, ingresso Piazza Galeno, 5, ore 8-13) il convegno intitolato Recenti acquisizioni nell’ambito della genetica e della terapia della neurofibromatosi, durante il quale verranno affrontati appunto gli aspetti genetici e terapeutici della neurofibromatosi, che gli studi, la ricerca e l’esperienza clinica hanno recentemente posto in evidenza.
Oltre dunque ad esperti dell’Istituto CSS Mendel, che ospiterà l’incontro e che è all’avanguardia nello studio e nella ricerca sulle malattie genetiche, saranno rappresentati altre note strutture romane, quali il Policlinico Umberto I, l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, il Policlinico Gemelli e l’Azienda Ospedaliera San Camillo-Forlanini, che con le loro eccellenze nel campo della neurofibromatosi, costituiscono l’ossatura principale della Rete dei Centri di Riferimento per la Diagnosi e la Terapia delle Malattie Rare della Regione Lazio. (S.B.)

Il programma completo del convegno è disponibile nel sito dell’ANANAS. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: segreteria@ananasonline.it.

Stampa questo articolo