Anna che mentre combatte non è sola

È questo il titolo del primo romanzo di Paola Olmi, che verrà presentato il 10 gennaio al Museo Tattile Statale Omero di Ancona, opera in cui si racconta la vicenda di una donna che incontra la malattia e che «partendo da una traiettoria di sofferenza – come si legge nella presentazione – si dirige verso la salvezza con ironia e sentimento»

Copertina di "Anna che mentre combatte non è sola"Verrà presentato sabato 10 gennaio al Museo Tattile Statale Omero di Ancona (Mole Vanvitelliana, Banchina Giovanni da Chio, 28, ore 17), il primo romanzo di Paola Olmi, marchigiana e già programmista regista radiofonica per la RAI, collaboratrice del «Messaggero di Macerata» e, tuttora, del «Resto del Carlino».

Titolo dell’opera è Anna che mentre combatte non è sola (Ancona, Edizioni Cattedrale, 2014), e nel libro – ispirato a quanto realmente vissuto dall’Autrice – si racconta la vicenda di una donna che incontra la malattia e che «partendo da una traiettoria di sofferenza – come si legge nella presentazione – si dirige verso la salvezza con ironia e sentimento».
«Tutti gli elementi che compongono la narrazione – afferma l’editore Massimo Canalini – ci colpiscono per la loro capacità di verità, per il nitore (e una dose ben soppesata di humour, persino), con cui l’attraversamento di una malattia complicata diviene racconto interrogabile da tutti e certamente degno di richiamare su di sé l’attenzione del lettore».

L’incontro del 10 gennaio al Museo Omero di Ancona, promosso dal Circolo Culturale Riccardo Lombardi di Ancona, sarà condotto, alla presenza della stessa Autrice, dal giornalista Giancarlo Trapanese e vi interverranno anche Aldo Grassini, presidente della struttura ospitante e Adriana Celestini, presidente della Commissione per le Pari Opportunità della Regione Marche, che ha patrocinato l’iniziativa. Le letture saranno a cura di Fulvia Zampa. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: redazione@museoomero.it (Monica Bernacchia).

Stampa questo articolo