La dimensione educativa della cooperazione allo sviluppo

Un seminario online dedicato a tale argomento è in programma per il 7 ottobre, nell’àmbito del Progetto “Cooperare per includere. L’impegno dell’Italia su disabilità e cooperazione allo sviluppo”, promosso dalla RIDS (Rete Italiana Disabilità e Sviluppo). Vi verranno presentate prospettive ed esperienze educative fondate sui princìpi dell’inclusione, rivolte alle persone con disabilità, così come a coloro che si trovano in situazione di disagio psico-sociale, determinato da condizioni di grave svantaggio socio-economico e culturale

Uomo in carrozzina fotografato di spalle nella strada di una metropoliRientra nell’àmbito del Progetto InfoEas, Cooperare per includere. L’impegno dell’Italia su disabilità e cooperazione allo sviluppo. AID 10305*, promosso dalla RIDS (Rete Italiana Disabilità e Sviluppo) – iniziativa di cui ci siamo già occupati ampiamente nei giorni scorsi, parlando del manuale Disabilità e sviluppo. Come includere le persone con disabilità nella cooperazione allo sviluppo – il webinar (seminario online) gratuito denominato La dimensione educativa della cooperazione allo sviluppo, primo di una serie di appuntamenti formativi analoghi, in programma per mercoledì 7 ottobre (ore 14.30-16.30).

L’iniziativa intende in sostanza affrontare il tema della cooperazione internazionale allo sviluppo, mettendo in evidenza i concetti di ownership, empowerment e capacity building [termini traducibili rispettivamente con “responsabilità”, “crescita dell’autoconsapevolezza” e “costruzione delle capapcità”, N.d.R.], per sostenere lo sviluppo di una società inclusiva.
All’interno di tale cornice verranno presentate prospettive ed esperienze educative fondate sui princìpi dell’inclusione, rivolte alle persone con disabilità, così come a coloro che si trovano in situazione di disagio psico-sociale, determinato da condizioni di grave svantaggio socio-economico e culturale.
Si tratta di un’opportunità di confronto aperta a tutti coloro che a titolo professionale o di volontariato sono chiamati quotidianamente a promuovere e sostenere processi inclusivi in àmbito socio-educativo e formativo (organizzazioni non governative, cooperative sociali, insegnanti, educatori, formatori ecc.) in Italia e all’estero.

A introdurre il webinar sarà Valentina Pescetti, coordinatrice del Progetto Cooperare per includere, seguita dal professor Luigi Guerra e dalla dottoressa Arianna Taddei del Dipartimento di Scienze dell’Educazione dell’Università di Bologna, da anni impegnati in El Salvador ad accompagnare il processo di trasformazione del sistema scolastico locale nella prospettiva dell’inclusione.

*Tale progetto è gestito dall’AIFO (Associazione Italiana Amici di Raoul Follereau), per conto della RIDS (Rete Italiana Disabilità e Sviluppo), con il cofinanziamento del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. L’obiettivo è quello di promuovere la diffusione e l’applicazione del Piano d’Azione per l’inclusione delle persone con disabilità nelle politiche e nei progetti di cooperazione.

Il webinar, come detto, è un seminario online e quello di cui si parla nella presente nota si svolgerà in diretta audio-video sulla piattaforma GoToWebinar. Per partecipare è sufficiente una connessione a internet. Il sistema funziona con PC, tablet e smartphone (anche se su quest’ultimo ci sono un po’ di limitazioni). Si potranno vedere le presentazioni del relatore, porre domande e fare interventi, come a un normale incontro pubblico. L’incontro sarà integralmente registrato e inviato a tutti gli altri iscritti qualche giorno dopo l’evento.
Per iscriversi, accedere alla pagina web dedicata.

Stampa questo articolo