Venticinque anni di Auser

Verrà presentato il 21 ottobre a Roma, presso la sede della CGIL Nazionale, il libro di Maria Paola Del Rossi “25 anni insieme, storia identità, organizzazione dell’Auser”, ampio lavoro di ricerca su fonti documentali, articoli e interviste, che permette di ricostruire non solo la nascita di quella che in venticinque anni è diventata una delle più importanti realtà del Terzo Settore, ma anche un pezzo di storia del volontariato e dell’associazionismo del nostro Paese

Copertina del libro "25 anni insieme. Storia, identità e organizzazione dell'Auser"

Era il 5 maggio del 1989 quando la CGIL e lo SPI (Sindacato Pensionati Italiani) della medesima forza sindacale davano vita all’Auser, con le parole dell’allora segretario generale della CGIL Bruno Trentin: «L’Auser rappresenta certamente una punta di lancia, perché è insieme un modo per recuperare alla vita attiva e alla vita di cittadinanza migliaia e migliaia di lavoratrici e di lavoratori anziani, di pensionati e di pensionate. Ma è anche il mezzo col quale fare incontrare questi soggetti con altri soggetti, che vivono molto spesso di frustrazioni e di difficoltà analoghe a quelle degli anziani, per costruire con loro delle esperienze di autogoverno, di formazione culturale, di svago, persino di attività collettive organizzate».
Erano state gettate le basi di una grande Associazione per l’Invecchiamento Attivo che in venticinque anni sarebbe diventata una delle più importanti realtà del Terzo Settore. Venticinque anni di vita, di cose fatte, di sfide, di impegno, ricostruiti minuziosamente, senza intenti autocelebrativi né retorica, con l’occhio di chi “osserva da fuori”: è questa la sostanza del libro 25 anni insieme, storia identità, organizzazione dell’Auser, ampio lavoro di ricerca su fonti documentali, articoli e interviste, che ha permesso a Maria Paola Del Rossi, ricercatrice della Sezione Storia della Fondazione Di Vittorio, di ricostruire non solo la nascita dell’associazione e la sua evoluzione, ma un pezzo di storia del volontariato e dell’associazionismo del nostro Paese.
«La storia che ne emerge – sottolinea Enzo Costa, attuale presidente nazionale dell’Auser – è quella di un’Associazione calata nel territorio, vicina ai bisogni delle persone, in particolare degli anziani, ma capace di espandersi e di adeguare il proprio “saper fare” ai nuovi bisogni che la società esprime». «L’Auser non sarebbe la grande Associazione che è oggi – aggiunge – senza l’impegno e la passione delle migliaia di volontari, donne e uomini che giorno dopo giorno si sono messi in gioco per gli altri. Questo libro è dedicato a loro».

25 anni insieme verrà presentato mercoledì 21 ottobre, presso la sede della CGIL Nazionale a Roma (Corso Italia, 25, ore 10.30-13), nel corso di un incontro moderato dal giornalista RAI Giovanni Anversa, cui parteciperanno la segretaria generale del Sindacato Susanna Camusso, la segretaria generale dello SPI CGIL Carla Cantone, il citato Enzo Costa, il direttore scientifico della Fondazione Di Vittorio Adolfo Pepe e l’economista e giornalista Francesco Maggio. (G.C.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: ufficiostampa@auser.it (Giusy Colmo).

Stampa questo articolo