Fragilità e disabilità: una sfida per la famiglia

Sarà questo il tema del convegno in programma per il 24 novembre a Torino, a cura dell’Associazione Erreics, cui parteciperanno, insieme ad autorevoli rappresentanti istituzionali, oltreché del mondo scientifico e sanitario, anche numerosi esponenti di note Associazioni impegnate sul fronte della disabilità. «La famiglia – spiegano dalla ONLUS organizzatrice dell’incontro – non deve mai essere lasciata sola. Solo così la sua fragilità potrà diventare forza»

Immagine della locandina del convegno di Erreics "La fragilità della famiglia", Torino, 24 novembre 2015

L’immagine scelta da Erreics ONLUS per illustrare la locandina del convegno di Torino del 24 novembre

«Scopo di questo incontro è sottolineare l’importanza di “stare insieme”, di “condividere”. Solo costruendo una solida rete fra associazioni, enti e popolazione, ognuno riuscirà infatti ad affrontare difficoltà anche gravi e capirà che vivere a contatto della fragilità e della disabilità non toglie la felicità, ma aggiunge qualcosa di importante alla sua vita. La famiglia, fulcro della società, ha bisogno di ascolto, di cura, di attenzione, di sostegno, di protezione. Non deve mai essere lasciata sola. Solo così la sua fragilità potrà diventare forza».
Viene presentato così da Elvira Larizza, presidente dell’Associazione torinese Erreics, l’incontro denominato La fragilità della famiglia. Fragilità e disabilità: una sfida per la famiglia, promosso per martedì 24 novembre nel capoluogo piemontese (Sala Infernotti dell’Ospedale San Giovanni Antica Sede, Via Cavour, 31, ore 9-18), a cura della stessa Erreics, organizzazione impegnata per la diffusione della cultura di parità e del principio di non discriminazione nel sistema educativo e nel mondo del lavoro.

Da segnalare che all’incontro – dedicato a un tema sul quale Erreics è particolarmente impegnata già da qualche tempo – parteciperanno, insieme ad autorevoli rappresentanti istituzionali, come Elide Tisi, vicesindaco di Torino, oltreché del mondo scientifico e sanitario, anche numerosi esponenti di note Associazioni, come, tra gli altri, Arianna Porzi, presidente dell’ANGSA Piemonte (l’Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici, aderente alla FISH-Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), Stefania Goffi, referente regionale del Gruppo Asperger, Loredana Pilati, presidente dell’AIMUSE Piemonte (Associazione Italiana Mutismo Selettivo), Fernanda Paciello, presidente dell’Associazione X Fragile Piemonte, Paolo De Luca, presidente dell’APIC (Associazione Portatori Impianti Cocleari), Giuseppina Malerba e Guido Mantovani, fondatrice e presidente dell’Associazione Malati di Alzheimer di Chieri (Torino), Maria Teresa Molo e Marcella Di Pietro, presidente e psicologa/psicoterapeuta della Fondazione Carlo Molo, attiva sul fronte dell’afasia. (S.B.)

È disponibile il programma completo dell’incontro. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: elviralarizza@libero.it.

Stampa questo articolo