Cooperare per includere

Dopo la conferenza internazionale del 18 novembre a Roma, il percorso del Progetto “Cooperare per includere. L’impegno dell’Italia su disabilità e cooperazione allo sviluppo” proseguirà il 27 novembre a Firenze, con un incontro seminariale organizzato dal Laboratorio ARCO e dall’Associazione AIFO, centrato in particolare sulla valutazione dell’efficacia dei progetti di cooperazione inerenti la disabilità, la riabilitazione su base comunitaria e l’approccio partecipativo

Massimo Toschi

Massimo Toschi (Cooperazione Internazionale della Regione Toscana) sarà uno dei relatori dell’incontro di Firenze

Dopo la grande conferenza internazionale di Roma del 18 novembre, di cui abbiamo ampiamente riferito nei giorni scorsi, procede il percorso del Progetto InfoEas denominato Cooperare per includere. L’impegno dell’Italia su disabilità e cooperazione allo sviluppo. AID 10305, iniziativa gestita dall’AIFO (Associazione Italiana Amici di Raoul Follereau), per conto della RIDS (Rete Italiana Disabilità e Sviluppo), con il cofinanziamento del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, il cui obiettivo è quello di promuovere la diffusione e l’applicazione del Piano d’Azione per l’inclusione delle persone con disabilità nelle politiche e nei progetti di cooperazione.
La RIDS, lo ricordiamo, è un’alleanza strategica avviata nel 2011 da EducAid, dall’AIFO stessa, da DPI Italia (Disabled Peoples’ International) e dalla FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), ovvero da organizzazioni che si occupano di cooperazione allo sviluppo e da associazioni di persone con disabilità, allo scopo di realizzare iniziative di informazione, formazione e consulenza in Italia e a livello internazionale, riconoscendo i rispettivi saperi e capacità e valorizzando in tal modo l’esperienza di progetti basati sul rispetto dei diritti umani delle stesse persone con disabilità, in linea con i princìpi della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità.

Il percorso procede, dicevamo, e lo farà venerdì 27 novembre all’Università di Firenze (D-15, Via delle Pandette, 32, ore 15-18), con il seminario intitolato anch’esso Cooperare per includere (sottotitolo Ideazione, gestione, monitoraggio e valutazione di processi di sviluppo inclusivo: l’esperienza della riabilitazione su base comunitaria), centrato in particolare sulla valutazione dell’efficacia dei progetti di cooperazione inerenti la disabilità, la riabilitazione su base comunitaria e l’approccio partecipativo.
Organizzato dall’ARCO-Action Research for Co-Development (laboratorio universitario di ricerca-azione fondato nel 2008 da un gruppo di docenti dell’Università di Firenze, insieme ai professionisti dell’Agenzia LAMA, società che offre servizi di consulenza) e dall’AIFO, l’incontro prevede la partecipazione di Valentina Pescetti e Francesca Ortali (AIFO), Mario Biggeri (Università di Firenze), Maria José Caldés (Cooperazione Sanitaria Internazionale della Regione Toscana) e Massimo Toschi (Cooperazione Internazionale della Regione Toscana). (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: cooperarexincludere@gmail.com (Valentina Pescetti); info@arcolab.org.

Stampa questo articolo