Accendiamo una luce sull’autismo

È questo lo slogan scelto dall’ANGSA di Sassari (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici), in vista della Giornata Mondiale per la Consapevolezza dell’Autismo del 2 Aprile, che anche quest’anno vedrà la città sarda coinvolta in una serie di iniziative, la principale delle quali nella mattinata del 1° aprile, quando i volontari e la cittadinanza incontreranno gli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado, per parlare insieme di autismo

Locandina dell'ANGSA Sassari per il 2 aprile 2016Sezione tra le più attive dell’ANGSA (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici), quella di Sassari ha promosso anche quest’anno – dopo il felice “esordio” del 2015 – l’evento denominato Aspettando… il 2 aprile, in occasione appunto della Giornata Mondiale per la Consapevolezza dell’Autismo del 2 Aprile, delle cui caratteristiche generali abbiamo già ampiamente riferito in altra parte del giornale.

Tra i principali destinatari di quanto è stato programmato nella città sarda – avvalendosi del patrocinio del Comune e dell’ATP (Azienda Trasporti Pubblici) -, vi saranno innanzitutto le scuole, già coinvolte sin dallo scorso mese di gennaio e fino al prossimo mese di maggio, con una serie di momenti di sensibilizzazione sul tema L’amico speciale. Scuola e autismo, progetto in corso per il secondo anno consecutivo.
Il “clou” si avrà poi venerdì 1° aprile, in Piazza d’Italia (ore 10.30-12.30), con In piazza per un amico speciale, iniziativa aperta agli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado, ma per la quale sarà gradita la partecipazione di tutti i cittadini. A organizzarla, insieme all’ANGSA di Sassari, è stata l’Associazione locale HappyClown, che opera a Sassari presso il Reparto di Pediatria e di Neuropsichiatria Infantile dell’Ospedale e presso la Casa di Riposo Divina Provvidenza.
«Durante la manifestazione – spiega Giovanna Tuffu, presidente dell’ANGSA di Sassari – i bambini e i ragazzi potranno leggere dei pensieri, poesie o elaborati che raccontano l’autismo. All’iniziativa saranno presenti i nostri volontari ANGSA i quali, attraverso la propria testimonianza e la distribuzione di materiale informativo, illustreranno agli alunni e agli studenti la quotidianità di essere familiari di bambini e ragazzi “speciali”».

Da ultimo, ma non ultimo, sabato 2, tutti gli autobus della città viaggeranno con un fiocco blu, il colore scelto dalle Nazioni Unite per simboleggiare l’autismo, oltre a recare affisse una serie di locandine informative, all’insegna dello slogan Accendi una luce sull’autismo. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: angsassarionlus@gmail.com.

Stampa questo articolo