È una bella realtà, il “21 grammi” di Brescia

Come anche in un celebre film, 21 grammi sarebbero l’ipotetico “peso dell’anima”, ma “21 grammi”, da qualche mese, è anche un laboratorio di Brescia per prodotti da forno, piccola pasticceria e gastronomia da asporto, che organizza colazioni, pranzi, spuntini e aperitivi. E per restare allo spunto iniziale, le sei persone con sindrome di Down che lo gestiscono stanno certamente “mettendoci l’anima”

Componenti dello staff del "21 grammi" di Brescia

Alcuni componenti dello staff del “21 grammi” di Brescia

Sulla scia di altre esperienze simili – ricordiamo ad esempio la Trattoria degli Amici e La Locanda dei Girasoli di Roma, la Locanda alla Mano di Milano e il Risto Ca’ Moro Social Bateau di Livorno – è stato inaugurato qualche mese fa a Brescia il locale chiamato “21 grammi”, laboratorio per prodotti da forno, piccola pasticceria e gastronomia da asporto, che organizza colazioni, pranzi, spuntini e aperitivi.
A idearlo e a realizzato è stata la Cooperativa Sociale Big Bang, composta da un gruppo di genitori soci del Centro Bresciano Down, con l’obiettivo di creare per alcuni giovani con sindrome di Down un percorso di formazione in àmbito lavorativo, promuovendone al tempo stesso l’inclusione sociale.
Il locale, dunque, è gestito da sei persone con sindrome di Down, vale a dire Alessandro Amato, che serve i clienti nel settore della panetteria; Gabriele Festa, che lavora nell’angolo bar, prende le ordinazioni e serve ai tavoli del ristorante; Simone Guerini, addetto alla cucina, che prepara il pane e altre pietanze; Micol Pietroboni, responsabile di sala, che insieme a Luca Gargioni gestisce l’allestimento della sala stessa e dei tavoli; Edoardo Fracassi, impegnato in laboratorio al reparto lavaggio. (S.B.)

Ringraziamo per la collaborazione l’Ufficio Stampa dell’AIPD Nazionale (Associazione Italiana Persone Down).

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: info@cooperativabigbang.it.

Stampa questo articolo