Perché nessuna persona con disabilità resti sola

Mettere a confronto come le diverse Regioni, e segnatamente quelle del Sud, intendano declinare la cosiddetta “Legge sul Dopo di Noi” e operare affinché, oltre al “Dopo di Noi”, si interpreti anche il “Durante Noi”, alla luce della Convenzione ONU che tutela i diritti di tutte le persone con disabilità: è questo l’obiettivo del convegno interregionale intitolato “Dopo di Noi, Durante Noi. Perché nessuna persona con disabilità resti sola”, in programma per il 31 marzo a Salerno, a cura dell’ANFFAS, con il proprio Consorzio La Rosa Blu e in collaborazione con la FISH Campania

Genitori insieme a figlio con disabilità in carrozzina«La Legge 112/16 [Disposizioni in materia di assistenza in favore delle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare”, N.d.R.] è importante, perché per la prima volta nell’ordinamento giuridico viene esplicitamente e spero definitivamente sancito che tutte le risorse devono concorrere per consentire alle persone con disabilità di poter realizzare un progetto e una prospettiva di vita autonoma e autodeterminata, liberando le famiglie da incombenze che richiedono risorse emotive, fisiche ed economiche tali che non possono essere sostenute per lungo tempo. L’obiettivo di questo incontro è mettere a confronto come le diverse Regioni, e segnatamente quelle del Sud, intendano declinare la Legge e operare affinché, oltre al “Dopo di Noi”, si interpreti anche il “Durante Noi”, alla luce della Convenzione ONU che tutela i diritti di tutte le persone con disabilità».
Così Salvatore Parisi, presidente dell’ANFFAS di Salerno (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale) e che nel Consiglio Nazionale di tale Associazione è referente per il Progetto ANFFAS Sud, presenta l’importante convegno interregionale intitolato Dopo di Noi, Durante Noi. Perché nessuna persona con disabilità resti sola, che si terrà il 31 marzo presso la Provincia di Salerno (Salone Bottiglieri di Palazzo Sant’Agostino), a cura dalla stessa ANFFAS, con il proprio Consorzio La Rosa Blu, in collaborazione con la FISH Campania (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap).

«La “Legge sul Dopo di Noi” – sottolineano gli organizzatori dell’incontro, a proposito ancora della Legge 112/16 – rappresenta un passo fondamentale per il riconoscimento dell’autonomia abitativa delle persone con disabilità e per lo sviluppo delle politiche a sostegno della famiglia. Non è solo una risposta assistenziale alle persone con disabilità prive di sostegno familiare, ma la possibilità di costruire un progetto di vita che consenta anche alle persone con disabilità intellettiva e relazionare di emanciparsi dalla tutela familiare».
Il convegno di Salerno, dunque, metterà a confronto le diverse soluzioni adottate dalle Regioni del Sud, per accompagnare le persone e le famiglie in un progetto che fino a pochi anni fa aveva come risultato finale esclusivamente l’istituzionalizzazione e l’allontanamento delle persone dalle proprie comunità.

Rimandando i Lettori al dettaglio del programma (disponibile a questo link), qui segnaliamo che in mattinata, dopo i saluti del Sindaco di Salerno Vincenzo Napoli, sono previsti gli interventi del citato Salvatore Parisi, cui faranno seguito le relazioni di dirigenti e funzionari regionali responsabili dell’attuazione della Legge 112/16 a livello locale.
Nel pomeriggio, poi, con il coordinamento di Nino Savastano, assessore alle Politiche Sociali del Comune di Salerno, parteciperà tra gli altri Giampiero Griffo, componente del Consiglio Mondiale di DPi (Disabled Peopoles’ International), uno dei “padri italiani” della Convenzione ONU, mentre a seguire è prevista la tavola rotonda intitolata “Dopo di Noi” e qualità della vita, presieduta da Roberto Speziale, presidente nazionale dell’ANFFAS, con dell’Anffas Roberto Speziale che vedrà, alla presenza anche degli assessori regionale alle Politiche Sociali della Calabria e della Campania, Federica Roccisano e Lucia Fortini e di Enrico Coscioni, consigliere del Presidente della Regione Campania sulla Sanità. (S.B.)

Ricordiamo ancora a questo link il programma completo del convegno di Salerno. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Danila D’Andrea (affari generali@anffas.sa.it).

Stampa questo articolo