Bene il Senato su disabilità intellettive e sindrome di Down

«Esprimiamo grande apprezzamento per quell’Ordine del Giorno, perché parla di autorappresentanza delle persone con disabilità intellettive, di nuove misure pensionistiche per i familiari e di un coinvolgimento attivo delle realtà associative che lavorano con e per le persone con disabilità e le loro famiglie»: l’ANFFAS commenta così la recente approvazione al Senato di un Ordine del Giorno presentato dal senatore Franco Panizza, che impegna il Governo a valutare l’introduzione di una serie di specifiche misure relative alle disabilità intellettive e alla sindrome di Down

Giovane con disabilità intellettiva

Si stima siano oltre due milioni le persone con disabilità intellettiva che vivono in Italia

«Esprimiamo grande apprezzamento per quell’Ordine del Giorno, perché è un documento che parla di autorappresentanza delle persone con disabilità intellettive, di nuove misure pensionistiche per i familiari di quelle stesse persone e di un coinvolgimento attivo delle realtà associative che lavorano con e per le persone con disabilità e le loro famiglie, tutti temi che rivestono una grande importanza per il movimento delle persone con disabilità e per i quali c’è bisogno di un lavoro costante che consenta di arrivare a dei risultati concreti».
Viene commentata così, dall’ANFFAS (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale), la recente approvazione al Senato di un Ordine del Giorno, presentato dal senatore Franco Panizza, che impegna il Governo a valutare l’introduzione di una serie di specifiche misure relative alle disabilità intellettive e alla sindrome di Down.
«Ci rendiamo ovviamente disponibili a collaborare – aggiungono dall’ANFFAS – per la piena attuazione dell’Ordine del Giorno in questione, augurandoci che esso rappresenti il primo passo verso una nuova e maggiore attenzione in particolare verso i disturbi del neurosviluppo e, in generale, verso tutte le disabilità». (S.B.)

Segnaliamo a questo link un articolo di approfondimento sull’Ordine del Giorno di cui si parla nella presente nota (l’organizzazione erroneamente indicata in tale articolo come ANFASS è naturalmente l’ANFFAS). Per ulteriori informazioni e approfondimenti: comunicazione@anffas.net (Roberta Speziale).

Stampa questo articolo