Ha lasciato il segno, la grande avventura dello “Spirito di Stella”

Sta per “ammainare le vele” “Lo Spirito di Stella”, il noto catamarano progettato da Andrea Stella, l’unico al mondo completamente accessibile anche alle persone con disabilità, dopo un’avventura di sei mesi dagli Stati Uniti all’Italia e il momento culminante vissuto a Roma, con la consegna a Papa Francesco della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità ricevuta in custodia a New York da António Guterres, segretario generale delle Nazioni Unite. L’evento finale di questa grande iniziativa di uguaglianza e rispetto dei diritti si avrà il 19 ottobre a Bassano del Grappa

Consegna a Papa Francesco della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità, da parte di Andrea Stella

13 settembre: Andrea Stella consegna a Papa Francesco la Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità, ricevuta a New York da António Guterres, segretario generale delle Nazioni Unite

Una serata aperta a tutti, insieme ai protagonisti del Progetto WoW, acronimo di Wheels on Waves (“Ruote sulle onde”), iniziativa da noi ampiamente presentata a suo tempo e successivamente seguita tappa dopo tappa, voluta con l’obiettivo di lanciare un messaggio universale di uguaglianza e un appello ad abbattere tutte le barriere fisiche, mentali e culturali.
Una serata per raccontare al pubblico i sei mesi di viaggio dello Spirito di Stella, il ben noto catamarano progettato da Andrea Stella, l’unico al mondo completamente accessibile anche alle persone con disabilità.
Accadrà il 19 ottobre a Bassano del Grappa (Vicenza), quando appunto la grande avventura capitanata da Stella “ammainerà le vele”, dopo avere attraversato l’Oceano Atlantico, per portare a Papa Francesco la Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità, ricevuta a New York dal segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres.
Un momento, quello dell’incontro con il Pontefice, che secondo la FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), come avevamo riferito, potrebbe avere «riaperto il tema del rapporto fra disabilità e confessioni religiose, evocando non poche aspettative nel movimento delle persone con disabilità, credenti o meno».

Lo Spirito di Stella, va ricordato, era partito alla fine di aprile da Miami – città particolarmente significativa per Andrea Stella, in quanto proprio lì, diciassette anni fa, un proiettile vagante gli aveva leso la colonna vertebrale -, facendo tappa successivamente a Norfolk, Annapolis e Great Kills. Quindi, come detto, c’era stato a New York l’incontro con il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres, che aveva affidato in custodia a Stella la Convenzione ONU.
Era seguita la lunga traversata dell’Atlantico, fino ad arrivare in giugno in Portogallo e ripartire poi per Gibilterra, Spagna e Francia, con l’approdo nel nostro Paese il 25 agosto alla Spezia, dopo avere percorso ben 6.500 miglia.
Da lì ha preso il via la fase finale del viaggio, che dopo l’incontro del 13 settembre con Papa Francesco – che per l’occasione ha visto anche i componenti di WoW ricevere il titolo di “Ambasciatori della pace nel mondo” – è proseguito verso Napoli, Messina, Crotone, Rimini e Trieste, concludendosi infine nei giorni scorsi all’interno del Bacino di San Marco di Venezia, dopo avere incontrato in mare l’Amerigo Vespucci, Nave Scuola della Marina.

Tornando alla serata del 19 ottobre a Bassano del Grappa, presso la Sala Polifunzionale della Fondazione Pirani-Cremona (Via Museo, 23), essa si aprirà con la proiezione del video che racconta il viaggio di WoW, seguita dalla presentazione dell’equipaggio e dall’esposizione dei risultati raggiunti dal progetto. L’evento sarà inoltre l’occasione per svelare i progetti dello Spirito di Stella per il 2018.
Parteciperà il noto velista Mauro Pelaschier e a moderare i lavori sarà Corrado Sulsente, project manager di WoW.
Successivamente la serata si trasferirà allo Store Montegrappa, dove ad accogliere gli ospiti ci sarà Jean Alesi, già campione di Formula Uno ed azionista di una nota casa produttrice di strumenti di scrittura, partner di WoW. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Floriana Pigato (press@wheelsonwaves.com).

Le tappe di WoW:
26 aprile-4 maggio:
Miami (Florida)-Norfolk (Virginia)
6 maggio-9 maggio: Norfolk (Virginia)-Annapolis (Maryland)
12 maggio-16 maggio: Annapolis (Maryland)-Great Kills (New York)
17 maggio-18 maggio: Great Kills (New York)-New York (New York)
26 maggio-15 giugno: New York (New York)-Isole Azzorre (Portogallo)
17 giugno-30 giugno: Isole Azzorre (Portogallo)-Portimão (Portogallo)
13 luglio-18 luglio: Portimão (Portogallo)-Gibilterra (Regno Unito)
20 luglio-26 luglio: Gibilterra (Regno Unito)-Cartagena (Spagna)
28 luglio-03 agosto: Cartagena (Spagna)-Valencia (Spagna)
5 agosto-10 agosto: Valencia (Spagna)-Barcellona (Spagna)
12 agosto-18 agosto: Barcellona (Spagna)-Tolone (Francia)

In Italia:
21 agosto-25 agosto: Tolone-la Spezia
31 agosto-1° settembre: la Spezia-Rosignano
4 settembre-5 settembre: Rosignano-Roma
8 settembre-9 settembre: Roma-Napoli
13 settembre-15 settembre: Napoli-Messina
16 settembre-17 settembre: Messina-Crotone
20 settembre-25 settembre: Crotone-Rimini (San Marino)
30 settembre-2 ottobre: Rimini-Trieste
10 ottobre-13 ottobre: Trieste-Venezia

WoW e la Repubblica di San Marino
La Repubblica di San Marino – per tramite dell’Alto Patrocinio degli Eccellentissimi Capitani Reggenti – ha voluto dare il tangibile e chiaro segnale che essere identificata come “antica terra della libertà” significa, tra le altre cose, saper comprendere le reali esigenze delle persone. E le persone con disabilità sono anzitutto “persone”.
Per questo la Repubblica del Titano è stata una delle prime nazioni a ratificare la Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità, il 22 febbraio del 2008 (l’Italia lo ha fatto poco più di un anno dopo), trasformando un’intenzione in fatti concreti. Da qui la creazione del Progetto San Marino per tutti e, sulla scorta di questa esperienza, la volontà di “salire a bordo” dello Spirito di Stella, per dimostrare che insieme si può fare molto, anche trasformare i sogni in realtà.
Sono state molte le iniziative che il Governo di San Marino ha messo in atto per il Progetto WoW, a partire dall’intensa mediazione diplomatica che ha aiutato Lo Spirito di Stella a incontrare a New York António Guterres, segretario generale delle Nazioni Unite a New York e in Vaticano Papa Francesco. Inoltre,grazie alla realtà sammarinese di Special Olympics, il movimento internazionale dello sport praticato da persone con disabilità intellettiva, assieme al Comitato Olimpico Sammarinese e alla Federazione Vela del Titano, numerosi ragazzi con disabilità cognitive-relazionali hanno potuto approcciare il mondo della vela e diventare veri velisti, pronti ad imbarcarsi sul catamarano assieme ad Andrea Stella, per solcare i mari dell’Adriatico, quando il natante ha raggiunto Rimini a fine settembre.

PinksieOnWoW
PinksieOnWow è il nome dell’iniziativa sociale nata dall’incontro tra la balena rosa di Pinksie the Whale e WoW.
Pinksie the Whale è un progetto educativo lanciato a Londra nel 2012, con la missione di insegnare ai bambini fin dai primi anni dell’apprendimento il valore della diversità e il rispetto di sé e degli altri attraverso l’arte e la creatività. Ogni anno il team di Pinksie, i cui progetti in Italia sono promossi dall’Associazione Mercurio, lavora con scuole, artisti, gallerie, musei e organizza laboratori creativi, mostre e altri eventi, che hanno il vantaggio ulteriore di raccogliere fondi per bambini in difficoltà.
Pinksie the Whale e L’Associazione Lo Spirito di Stella sono uniti dal medesimo obiettivo e condividono gli stessi valori: le due realtà hanno quindi deciso di collaborare per dimostrare come, attraverso il viaggio del catamarano, la diversità possa trasformarsi in un’opportunità, rendendo anche i bambini protagonisti di questa grande avventura.

Stampa questo articolo