Storie di successo al di là dei suoni

Si possono certamente definire così gli incontri che dal pomeriggio di oggi, 20 ottobre, animeranno la nuova stagione dei “Venerdì del Pendola”, iniziativa dedicata a educazione, interpretariato, lingua e cultura sorda, promossa dalla ONLUS MPDF (Mason Perkins Deafness Fund). Tanti ospiti, quindi, per parlare di volta in volta di sport, cinema, fotografia, interpretariato in contesti penali, psicologia e altro ancora, a partire da oggi, quando il protagonista sarà Federico Di Marzio, giovane arbitro sordo di basket, giunto ai vertici nella sua disciplina

Federico Di Marzio

L’arbitro sordo di basket Federico Di Marzio, che sarà il protagonista, a Siena, del primo incontro organizzato per la nuova stagione dei “Venerdì del Pendola”

Cinema, fotografia, sport, interpretariato in contesti penali, psicologia: saranno soprattutto questi i temi che dal pomeriggio di oggi, 20 ottobre, animeranno a Siena la nuova stagione dei Venerdì del Pendola, iniziativa dedicata a educazione, interpretariato, lingua e cultura sorda, di cui ci siamo già occupati più volte, e che è sempre promossa presso la propria sede (Via Tommaso Pendola, 37) dalla ONLUS MPDF (Mason Perkins Deafness Fund), con il patrocinio dell’ENS locale (Ente Nazionale Sordi), del Comune e della Provincia di Siena.

Il primo appuntamento, come detto, si intitola Arbitri si diventa, al di là dei suoni, ed è fissato per il pomeriggio di oggi, venerdì 20 ottobre (ore 15.30). Il protagonista sarà Federico Di Marzio, giovane arbitro di basket sordo, il cui incontro con la pallacanestro è avvenuto grazie a un match della Lega Professionistica Statunitense (NBA), in cui giocava il campione Michael Jordan e al quale aveva assistito insieme al padre. Da quel momento, con impegno ed entusiasmo, ha intrapreso una carriera che lo ha portato sino in Nazionale e ai Giochi Olimpici. Un percorso fatto di grandi gratificazioni e di sacrifici, per dimostrare come nello sport l’essere sordo non sia una barriera e non solo per i giocatori. Di Marzio, infatti, a un certo punto del suo percorso sportivo, ha deciso di lasciare spazio ai più giovani, per passare all’arbitraggio e diventare il secondo arbitro sordo in Italia dal 2011 come membro della Federazione Italiana Pallacanestro e dal 2015 come arbitro internazionale.

Passando in rapida carrellata i successivi incontri programmati per I Venerdì del Pendola, ancora di sport si parlerà il 20 aprile del nuovo anno, con Loredana Bava, direttore tecnico della Nazionale Italiana di Pallavolo Femminile Sorda (La Nazionale Italiana di Pallavolo Femminile Sorda: il limite, la sfida, la vittoria).
Nell’àmbito poi della fotografia, l’ospite del 15 dicembre sarà la giovane fotografa Anastasia Lekontseva (I miei passi), mentre il 18 maggio a farla da protagonista sarà il cinema, insieme a Deborah Donadio e Francesca Di Meo (Cinedeaf_off – Incontro con il Cinema Sordo), impegnate nell’organizzazione di Cinedeaf, l’unico Festival Internazionale del Cinema Sordo in Italia.
E ancora, gli incontri con professionisti impegnati in aree diverse, il 3 novembre con la psicologa Valentina Foa (La psicologia sotto analisi), il 26 gennaio con Sara Santini, che indagherà sulle possibili applicazioni della grafologia (La grafologia: vedo come scrivi e ti dirò chi sei), il 9 febbraio con Alessandro Abbate, che racconterà della sua esperienza al Frontrunners, corso internazionale di formazione alla leadership per la gioventù sorda.
Infine, il 23 marzo Valeria Giura, dottoressa in giurisprudenza e Marcello Cardarelli, interprete LIS, affronteranno il tema dell’interpretazione nel procedimento penale (La persona sorda e il ruolo dell’interprete LIS nel procedimento penale). (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: press@mpdfonlus.com (Luisa Carretti).

Stampa questo articolo