La magia della musica di Davide Santacolomba

«La Musica è parte di me, io e lei conviviamo in un connubio indissolubile. Non riesco, non voglio, e non posso passare un giorno senza la mia Musa vitale; è più forte di me, soprattutto perché in lei riesco a trovare tutto me stesso»: sono parole del pianista palermitano Davide Santacolomba, esempio reale di come si possa, nonostante la sordità congenita, oltrepassare i limiti, le barriere e i pregiudizi. Un suo nuovo concerto-evento è ora in programma per domani, 6 gennaio, a Modica (Ragusa), a cura della FIADDA locale (Famiglie Italiane Associate per la Difesa dei Diritti degli Audiolesi)

Davide Santacolomba

Davide Santacolomba

«La Musica è parte di me, io e lei conviviamo in un connubio indissolubile. Non riesco, non voglio, e non posso passare un giorno senza la mia Musa vitale; è più forte di me, soprattutto perché in lei riesco a trovare tutto me stesso»: sono parole del pianista Davide Santacolomba, che avevamo riportato lo scorso anno, in occasione di un suo concerto promosso a Roma dalla FIADDA capitolina (Famiglie Italiane Associate per la Difesa dei Diritti degli Audiolesi) e che ben volentieri riprendiamo ora, alla vigilia di un nuovo evento organizzato dalla Sezione di Modica (Ragusa) della medesima Associazione, in programma esattamente per domani, sabato 6 gennaio (Auditorium Floridia, Piazza Giacomo Matteotti, 14, Modica, ore 20.30) e intitolato La magia della musica.

Santacolomba costituisce certamente un esempio reale di come si possa, nonostante la sordità congenita, oltrepassare i limiti, le barriere e i pregiudizi, intraprendere un percorso più approfondito di ricerca e scoperta delle proprie potenzialità, realizzare i propri sogni, sviluppare un personale e interessante talento, conquistare maturità professionale e successo.
Diplomato nella sua città al Conservatorio Vincenzo Bellini di Palermo e successivamente al Master of Arts in Music Pedagogy, sotto la guida della celebre pianista Anna Kravtchenko al Conservatorio della Svizzera Italiana, il musicista siciliano, che vive oggi a Lugano, si è già esibito con successo a Roma, Sorrento, Udine, Bolzano, Varsavia, Lugano e, nella propria Regione, a Palermo, Cefalù, Capo d’Orlando, Taormina, Messina ed Enna. È stato anche tra i protagonisti di Tu sí que vales, la nota trasmissione televisiva di Canale 5, arrivando al terzo posto in finale.
«Il talento naturale di Davide – sottolineano i promotori del concerto di Modica -, nonostante la sua sordità, è cresciuto attraverso lo studio, la cura, la volontà e la tenacia, facendogli raggiungere eccellenti e gratificanti risultati che sempre di più lo fanno conoscere e amare dal pubblico».

Nata nel 2012, la FIADDA di Modica – alla quale sarà destinato il ricavato dell’evento – persegue i medesimi obiettivi di tutta questa Associazione, che da quarantacinque anni riunisce persone sorde, famiglie e quanti si riconoscano nei suoi ideali, con l’obiettivo di includere la persona sorda con pari dignità e opportunità nella società civile, perseguendone l’autonomia e l’indipendenza. In particolare, i principali temi di riferimento sono la diagnosi precoce, la protesizzazione, l’implantologia cocleare, la riabilitazione, la scuola, il lavoro, la cultura e il tempo libero. (S.B.)

Ringraziamo Valeria Cotura per la collaborazione.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: fiaddamodica@gmail.com.

Stampa questo articolo