Un’aiuola dell’AISM ad Euroflora, per festeggiare 50 anni di impegno

Una colorata aiuola, con tante begonie rosse che rappresentano il numero 50, per festeggiare un importante compleanno, da vivere con il tradizionale e costante impegno a fianco delle persone con sclerosi multipla: così si presenta in queste settimane l’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) ad Euroflora 2018, undicesima edizione dell’Esposizione Internazionale del Fiore e della Pianta Ornamentale di Genova, che compie anch’essa cinquant’anni. Ma non solo: in quello stesso spazio, infatti, tutti possono sottoscrivere la Carta dei Diritti delle Persone con Sclerosi Multipla

Aiuola AISM a Euroflora 2018

L’aiuola che ricorda il cinquantesimo compleanno dell’AISM a Euroflora 2018 di Genova

Sono coetanee, Euroflora, l’Esposizione Internazionale del Fiore e della Pianta Ornamentale di Genova e l’AISM, l’Associazione Italiana Sclerosi Multipla, che con la sua Fondazione FISM è ormai da decenni il primo ente finanziatore della ricerca sulla sclerosi multipla in Italia. E condividono anche la propria sede principale, nel capoluogo ligure. Per questo hanno deciso di festeggiare insieme il loro cinquantesimo compleanno, se è vero che all’undicesima edizione di Euroflora, in corso di svolgimento fino al 6 maggio, l’AISM ha grande visibilità grazie a una colorata aiuola, nello spazio D26 dell’Esposizione, dove tante begonie rosse rappresentano appunto il numero 50.

In tale spazio, tutti i visitatori hanno l’opportunità di firmare la Carta dei Diritti delle Persone con Sclerosi Multipla, strumento elaborato nel 2014 dall’AISM, attraverso il quale ogni persona coinvolta nella sclerosi multipla può riconoscere i propri diritti e renderli esigibili, al fine di mettere in atto tutte le strategie necessarie a superare gli ostacoli quotidiani.
«Sottoscrivere la Carta – viene sottolineato dall’Associazione – consente di conoscere e condividere i valori e le aspettative di oltre 114.000 persone che hanno ricevuto la diagnosi di sclerosi malattia, malattia per la quale non c’è ancora una cura definitiva e con la quale dovranno convivere tutta la vita. Si tratta di un gesto che può lasciare il segno, dando voce e dignità a tutti coloro che non vogliono essere lasciati soli con la propria malattia».

Cronica, imprevedibile e spesso progressivamente invalidante, la sclerosi multipla, lo ricordiamo, è una delle più gravi malattie del sistema nervoso centrale, che colpisce le donne due volte più degli uomini. Ad oggi non se ne conoscono ancora esattamente le cause, né esiste una cura risolutiva. (S.B.)

L’AISM ringrazia Rattiflora, per la realizzazione dell’aiuola a Euroflora 2018. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Ufficio Stampa AISM (Barbara Erba), barbaraerba@gmail.com.

Stampa questo articolo