Formazione e opportunità di lavoro per ottanta persone con disabilità

È quella che verrà garantita dal Progetto “PLUS”, promosso dalla UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) e classificatosi al primo posto nella graduatoria dei progetti finanziati dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con il primo “Bando Unico” previsto dalla Riforma del Terzo Settore. Nelle scorse settimane è stato lanciato il bando per la selezione di ottanta persone con disabilità fisica e/o sensoriale, provenienti da sedici Regioni e di età compresa tra i 18 e i 40 anni, che potranno inviate le proprie candidature fino al 20 settembre

Giovane uomo in carrozzina al lavoro alla scrivaniaSecondo l’Osservatorio Nazionale della Salute nelle Regioni Italiane, la percentuale di persone con disabilità occupate tra i 45 e i 64 anni è del 18% (contro il 58,7% della popolazione generale per la stessa fascia d’età), con rilevanti differenze di genere. Infatti, risulta occupato il 23% degli uomini con disabilità (contro il 71,2% degli uomini del resto del Paese) e solo il 14% delle donne (contro il 46,7%): erano stati prodotti anche questi dati, dalla UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare), all’interno del Progetto PLUS, con il quale – come avevamo riferito qualche mese fa – si era classificata al primo posto nella graduatoria dei progetti finanziati dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali con il primo “Bando Unico” previsto dalla Riforma del Terzo Settore ed emesso nel mese di novembre dello scorso anno.
Obiettivo dell’iniziativa – realizzata insieme ai partner Movimento Difesa del Cittadino, ANAS Puglia (Associazione Nazionale di Azione Sociale) e all’Associazione Atlantis 27 – è quello di migliorare la qualità di vita delle persone con disabilità favorendone, incoraggiandone e promuovendone l’inserimento lavorativo, sociale e territoriale attraverso un percorso di orientamento, formazione e job coaching.

Qualche settimana fa, dunque, nell’àmbito di PLUS, la UILDM ha lanciato il bando per la selezione di ottanta persone con disabilità fisica e/o sensoriale provenienti da sedici Regioni, di età compresa tra i 18 e i 40 anni, le cui candidature potranno essere inviate via posta elettronica fino al 20 settembre (all’indirizzo direzione nazionale@pec.uildm.it).
«L’inclusione sociale delle persone con disabilità – ha dichiarato per l’occasione Marco Rasconi, presidente nazionale della UILDM – che la nostra Associazione promuove sin dalla sua nascita nel 1961, passa anche attraverso il lavoro, grazie al quale si costruisce l’autonomia dell’individuo e si alimentano la sua volontà e la sua dignità. Con questo progetto vogliamo trasmettere con forza il messaggio che l’assunzione di una persona con disabilità non è un obbligo ma una risorsa».

Tornando al dettaglio di PLUS, va detto che esso consisterà sostanzialmente nell’attivazione di borse formazione lavoro e che avrà una durata di diciotto mesi. Sono due le principali attività previste, nella prima delle quali i partecipanti seguiranno un corso di formazione professionale della durata di 40 ore, che fornirà loro gli strumenti necessari per promuovere la propria autonomia personale e sociale e acquisire una modalità lavorativa e relazionale adeguata. Successivamente verranno supportati nell’inserimento lavorativo in aziende, cooperative o enti pubblici attraverso tirocini formativi della durata di 30 ore, per mettere in pratica quanto imparato in aula e avere un primo accesso al mondo del lavoro. Per ciascun beneficiario verrà rilevato il grado di capacità, autonomia e attitudine personale, al fine di creare un curriculum vitae e individuare la sede e il tipo di tirocinio più opportuni.
La seconda attività, invece, cui prenderanno parte trentadue persone selezionate tra gli ottanta destinatari iniziali, prevede la creazione di uno sportello di accoglienza e ascolto, gestito autonomamente da persone con disabilità, con l’obiettivo di fornire consulenza e assistenza all’inserimento nel mondo del lavoro.

Da ricordare in conclusione che sia la UILDM che le organizzazioni partner sono impegnate in questi mesi sul territorio per dare visibilità al progetto. In tal senso si è già avuta il 14 luglio una presentazione nazionale a Roma e proprio in questi giorni un’altra a Monopoli, nella Città Metropolitana di Bari. (S.B.)

A questo link è disponibile un testo con i requisiti necessari per inviare la propria candidatura al Progetto PLUS (entro il 20 settembre, via posta elettronica, al recapito: direzionenazionale@pec.uildm.it).
Per ulteriori informazioni e approfondimenti: irace@secrp.com (Alessandra Irace); uildmcomunicazione@uildm.it.

Stampa questo articolo