Il “Diversity Day” a Roma: una nuova occasione per il lavoro

Dopo le analoghe iniziative tenutesi a Milano e in altre città italiane, sarà a Roma la nuova tappa del “Diversity Day”, percorso fatto di eventi dedicati all’inserimento lavorativo delle persone con disabilità e di altri appartenenti alle cosiddette “categorie protette”. Accadrà esattamente il 20 novembre, presso l’Edificio Marco Polo dell’Università La Sapienza, a cura di Jobmetoo, la nota agenzia specializzata sulle opportunità di lavoro per le persone con disabilità, in collaborazione con l’Ateneo ospitante e con il patrocinio della Camera di Commercio di Roma

Di spalle persona in carrozzina, di fronte uomo non disabile sfuocatoDopo le analoghe iniziative tenutesi a Milano, di cui abbiamo di volta in volta riferito, ma anche in altre città italiane, si terrà a Roma la nuova tappa del Diversity Day, percorso fatto di eventi dedicati all’inserimento lavorativo delle persone con disabilità e di altri appartenenti alle cosiddette “categorie protette”.
Accadrà esattamente mercoledì 20 novembre (ore 9), presso l’Edificio Marco Polo dell’Università La Sapienza, a cura di Jobmetoo, la nota agenzia specializzata sulle opportunità di lavoro per le persone con disabilità, in collaborazione con l’Ateneo ospitante e con il patrocinio della Camera di Commercio di Roma.

«Si tratterà di una nuova occasione per tutti gli studenti e i laureati – spiegano i promotori dell’iniziativa – per incontrare numerose aziende nazionali e internazionali alla ricerca di personale appartenente alle “categorie protette”, consegnando il proprio curriculum e svolgendo colloqui con i responsabili delle risorse umane negli stand appositamente allestiti. Nel corso della giornata, inoltre, i partecipanti potranno usufruire del servizio di revisione dei curriculum erogato da uno specifico servizio dell’Università La Sapienza».

La giornata sarà aperta dai saluti del rettore dell’Università La Sapienza Eugenio Gaudio, seguiti dagli interventi di Claudio Di Berardino, assessore al Lavoro, ai Nuovi Diritti, alla Formazione e al Diritto allo Studio Universitario della Regione Lazio; Veronica Mammì, assessora alla Persona, alla Scuola e alla Comunità Sociale del Comune di Roma; Lorenzo Tagliavanti, presidente della Camera di Commercio di Roma; Anna Paola Mitterhofer, delegata del Rettore dell’Ateneo ospitante per gli Studenti con Disabilità e DSA; Giulietta Capacchione, che sempre nella Sapienza dirige l’Area Offerta Formativa e Diritto allo Studio; Daniele Regolo e Joshua Paveri, rispettivamente fondatore e rappresentante di Jobmetoo. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Fabio Mollicone (fabio.mollicone@uniroma1.it).

Stampa questo articolo