Premiato “Diverrai diamante”, che racconta e mostra le donne con disabilità

«Donne con diverse disabilità al centro di un percorso di accettazione, che può incoraggiare chi ancora non è riuscito a trasformare “le proprie ferite in feritoie”, ossia a brillare, proprio come un diamante»: così era stato presentato il libro “Diverrai diamante. Racconti fotografici di Donne Disabilità Diritti”, ove si raccontano e si mostrano le storie e i ritratti di 40 donne con diverse disabilità. Quell’opera ha vinto ora il Premio Letterario Internazionale Città di Cattolica (Sezione “Emotion”), come comunica con soddisfazione l’Associazione UILDM, coinvolta anch’essa nel progetto

"Diverrai diamante", copertina

La copertina del libro “Diverrai diamante”, che ha vinto il Premio Letterario Internazionale Città di Cattolica nella Sezione “Emotion”

Il progetto editoriale Diverrai diamante. Racconti fotografici di Donne Disabilità Diritti, da noi presentato alla fine del 2020, era nato da un’idea del fotografo Sergio Santinelli, con il supporto di Aspassobike, per raccontare e mostrare le storie e i ritratti di quaranta donne con diverse disabilità. «Donne cieche, sorde, con sindrome di Down, con distrofia muscolare, con paraplegia, donne comuni, attiviste, atlete paralimpiche, influencer, giornaliste, modelle, tutte al centro di un percorso di accettazione – com’era stato scritto a suo tempo -, affrontato con determinazione e coraggio, per dare voce a chi vive da protagonista la propria condizione, potendo incoraggiare chi ancora non è riuscito a trasformare “le proprie ferite in feritoie”, ossia a brillare, proprio come un diamante».
Successivamente il progetto aveva portato alla realizzazione di un libro, presentato lo scorso anno e che ora si è aggiudicato il Premio Letterario Internazionale Città di Cattolica, nella Sezione Emotion. «Siamo particolarmente felici – commentano dalla UILDM, l’Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare cui andrà parte del ricavato dalle vendite del volume – che grazie anche a questo riconoscimento, le storie raccontate in Diverrai diamante possano raggiungere sempre più persone». (S.B.)

Stampa questo articolo