La Settimana Nazionale della Sclerosi Multipla e l’evoluzione di “PortrAITs”

L'immagine creata dall'intelligenza artificiale per la mostra "PortrAIts", dedicata ai disturbi della coordinazione, uno dei "sintomi invisibili" della sclerosi multipla

Saranno numerosi gli appuntamenti dei prossimi giorni, che vedranno impegnata l’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), in occasione della Settimana Nazionale della Sclerosi Multipla, coincidente con la Giornata Mondiale del 30 maggio, dedicata alla malattia, e ad aprire gli eventi sarà una nuova edizione della campagna di sensibilizzazione “PortrAIts”, mostra che tramite un uso etico dell’intelligenza artificiale, mette in evidenza i sintomi invisibili e il lato “nascosto” della sclerosi multipla

Le Province in cui partirà la sperimentazione del Decreto sul Progetto di vita

Le Province in cui partirà la sperimentazione del Decreto sul Progetto di vita

Il Ministero per le Disabilità ha comunicato le nove Province (Brescia, Catanzaro, Firenze, Forlì-Cesena, Frosinone, Perugia, Salerno, Sassari e Trieste) nelle quali, dal 1° gennaio 2025, partirà la sperimentazione applicativa del Decreto Legislativo 62/24, riguardante la definizione della condizione di disabilità, della valutazione di base, di accomodamento ragionevole, della valutazione multidimensionale per l’elaborazione e l’attuazione del progetto di vita individuale personalizzato e partecipato, norma attuativa della Legge Delega 227/21 in materia di disabilità

“E tu, lo SAI?”: incontri informativi online sui temi della disabilità

La guida dell'ANFFAS su cui si baserà l'incontro del 30 maggio

Inizierà il 30 maggio e si protrarrà sino al 21 novembre “E tu, lo SAI?”, ciclo di tredici incontri informativi/conoscitivi online promosso dall’ANFFAS Nazionale, che saranno incentrati su altrettante Guide prodotte e periodicamente aggiornate dalla stessa Associazione, grazie al contributo degli esperti e delle esperte del proprio Centro Studi e Giuridici

“AIPD per tutti, tutti per AIPD”: progettualità, valutazione e lavoro di rete

“AIPD per tutti, tutti per AIPD”: progettualità, valutazione e lavoro di rete

«Mettere a sistema l’esperienza maturata e le attività realizzate dalla nostra Associazione, per favorire la piena inclusione delle persone con sindrome di Down e delle loro famiglie, attraverso percorsi di educazione all’autonomia, di formazione e di inserimento lavorativo. Il tutto all’insegna di tre parole chiave che caratterizzeranno le attività previste, ossia progettualità, valutazione e lavoro di rete»: così l’AIPD Nazionale (Associazione Italiana Persone Down) presenta il proprio nuovo progetto “AIPD per tutti, insieme per tutti”, condotto insieme a numerose proprie Sezioni locali

Un’analisi di quel Decreto sulla disabilità che apre una nuova strada

Un’analisi di quel Decreto sulla disabilità che apre una nuova strada

Il recente Decreto Legislativo 62/24, terzo intervento normativo di attuazione della Legge Delega 227/21 in materia di disabilità, se correttamente e concretamente attuato, potrà portare a una vera e propria “rivoluzione copernicana” per l’intero mondo della disabilità, e non solo per le persone con disabilità, ma anche per tutti coloro che si relazionano in modo stabile con loro. Ne presentiamo una prima, approfondita analisi

Il Forum del Terzo Settore incontra i candidati alle elezioni europee

Il Forum del Terzo Settore incontra i candidati alle elezioni europee

In vista delle prossime elezioni europee, il Forum Nazionale del Terzo Settore, che rappresenta oltre cento reti nazionali di Terzo Settore che operano nel campo del volontariato, dell’associazionismo, dell’impresa sociale e della cooperazione internazionale, ha organizzato per il 29 maggio a Roma un confronto con i candidati delle principali forze politiche italiane, a partire dall’appello presentato nei giorni scorsi, intitolato “Per un’Europa democratica, solidale e sostenibile”

Nuove tecnologie per il supporto psicologico a persone con disabilità neuromotorie

Nuove tecnologie per il supporto psicologico a persone con disabilità neuromotorie

È in programma per il 24 maggio a Roma la conferenza stampa di presentazione della app realizzata nell’àmbito del progetto “App-@id – Nuove tecnologie per il supporto ai pazienti per le patologie neuromotorie”, una app che, insieme ad un numero verde, fornirà assistenza psicologica e psichiatrica a persone con disabilità, in particolare con disabilità neuromotorie, ai caregiver e agli operatori sanitari. Il progetto è stato realizzato dalla UILDM di Mazara del Vallo (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) ed è stato selezionato dal bando “Call for Ideas”, lanciato dalla Fondazione TIM

UILDM: la forza dei progetti e della rete

La platea dell'Assemblea Nazionale UILDM di Lignano Sabbiadoro (Udine)

«Quello presente è un tempo che ci chiama all’azione, attraverso i nostri progetti e i servizi che hanno un impatto concreto sui territori. È fondamentale, infatti, impegnarci perché ogni individuo, indipendentemente dalle sue abilità o limitazioni, possa godere dei medesimi diritti e opportunità. La lotta per l’inclusione delle persone con disabilità è un impegno indispensabile per costruire una società più giusta e solidale»: lo dichiara Marco Rasconi, presidente della UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare), dopo le recenti Manifestazioni Nazionali dell’Associazione

L’impegno della LEDHA per una migliore accessibilità al Salone del Libro di Torino

Uno degli "spazi di quiete" allestiti al Salone del Libro di Torino (immagine tratta dal portale "SuperAbile-INAIL")

In occasione della recente edizione 2024 del Salone Internazionale del Libro di Torino – che ha fatto registrare la presenza di oltre 220.000 visitatori, tra cui circa 1.700 persone con disabilità e 1.600 accompagnatori – la Federazione lombarda LEDHA, tramite il proprio Centro CRABA (Centro Regionale per l’Accessibilità e il Benessere Ambientale), ha contribuito a migliorare l’accessibilità dell’evento, tramite azioni e progettualità volte appunto a favorire la fruizione degli spazi, dei percorsi, dei servizi e della comunicazione dell’informazione, per tutte le persone con diverse disabilità

Largo al padel in carrozzina

Largo al padel in carrozzina

«Ogni proposta che amplia le possibilità di praticare una disciplina sportiva è una ventata di entusiasmo per persone che, dopo un ricovero presso la nostra struttura, tornano a casa e devono immaginarsi una quotidianità completamente diversa»: a dirlo è Laura Simoncini, medico dirigente dell’Unità Spinale di Montecatone, la nota struttura di Imola impegnata nella riabilitazione di persone con lesione midollare o grave cerebrolesione, a proposito dell’evento centrato sul padel in carrozzina, in programma per il 25 maggio a Ozzano dell’Emilia (Bologna), in collaborazione anche con Montecatone

Campi Flegrei: un piano operativo specifico per le persone con disabilità

La tendopoli allestita a causa dello sciame sismico nei Campi Flegrei, presso Pozzuoli (Napoli)

«Riteniamo necessaria l’attivazione di un piano operativo specifico che possa collocare le persone con disabilità e gli anziani non autosufficienti in una modalità appropriata, garantendo loro un sostegno adeguato, e la fattiva collaborazione tra le Associazioni e la Protezione Civile»: lo chiede la Federazione FISH Campania ai rappresentanti istituzionali della propria Regione, in riferimento alle persone con disabilità e alle loro famiglie residenti nella zona dei Campi Flegrei, che stanno vivendo momenti molto difficili a causa dello sciame sismico che colpisce in questi giorni la zona

Nuove frontiere lavorative per le persone con disabilità visive

Finanziato dalla Fondazione CRT, un progetto promosso dall’UICI Piemonte, in collaborazione con Abile Job, AccessiWay e l’Associazione Scuole Tecniche San Carlo, avvalendosi inoltre del partenariato dell’IRIFOR Piemonte e della FEDMAN, ha permesso di organizzare un corso per aiutante sviluppo software dedicato a otto giovani con disabilità visive che a poche settimane dalla fine del percorso si stanno quasi tutti inserendo con successo nel mondo del lavoro

Teatro di Camelot: raccontiamo la Costituzione a teatro

Un racconto dei primi articoli della Costituzione italiana secondo una prospettiva diversa, quella del cittadino che riflette sui princìpi sanciti nella Carta fondamentale del nostro Paese, il tutto tramite un racconto ironico e divertente: è lo spettacolo “Siamo uomini o caporali? Raccontiamo la Costituzione italiana a teatro”, che Teatro di Camelot, compagnia teatrale emiliana integrata, in cui lavorano e collaborano attori professionisti con e senza disabilità, sperimentando diverse forme di linguaggio, porterà in scena nella serata del 22 maggio a Sasso Marconi (Bologna)

Un repertorio ragionato e partecipato di risorse pubbliche sulla Vita Indipendente

Un repertorio di risorse pubbliche sui temi della Vita Indipendente delle persone con disabilità, intesa come assistenza autogestita e strumento di autodeterminazione: a curarlo è Simone Riflesso, attivista e divulgatore dei diritti delle persone con disabilità, una raccolta ragionata degli strumenti che possono aiutare a individuare le risorse disponibili in rete organizzate su tre livelli di complessità (base, intermedio, avanzato). Il repertorio è liberamente fruibile, chiunque può accedervi, salvarlo, contribuire a migliorarne l’articolazione o anche suggerire risorse da integrare

Disabilità e povertà: una ricerca che merita sempre più diffusione

Ricerca di cui ci siamo già occupati nei mesi scorsi, “Disabilità e povertà nelle famiglie italiane”, condotta da CBM Italia insieme alla Fondazione Emanuela Zancan, è uno studio svolto per indagare il legame, nel nostro Paese, tra condizione di disabilità e impoverimento economico e culturale. Con favore accogliamo ora la notizia che una nuova presentazione di quella ricerca, degna senz’altro della maggior visibilità possibile, è in programma per il 24 maggio all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, con la partecipazione di numerosi autorevoli relatori