Lo sguardo… per vedere, agire, comprendere e apprendere

Ovvero “Patologie neuropsichiatriche infantili e dello sguardo: quali associazioni ed interferenze”, rispettivamente titolo e sottotitolo dell’incontro formativo promosso per domani, 5 maggio, a Olbia, a cura dello Studio Polispecialistico Forma La Mente e dell’Associazione Per Piccoli Passi Sardegna. A condurlo sarà Sabrina Giovanna Signorini, esperta nei Disordini Neuroftalmologici dell’Età Evolutiva, che opera a Pavia, presso il Centro considerato oggi come un vero e proprio punto di riferimento a livello nazionale e internazionale in tale settore

Logo dell'Associazione Per Piccoli Passi Sardegna

Il logo dell’Associazione Per Piccoli Passi Sardegna, che ha collaborato all’organizzazione dell’incontro formativo di Olbia

Lo sguardo…per vedere, agire, comprendere e apprendere. Patologie neuropsichiatriche infantili e dello sguardo: quali associazioni ed interferenze: è questo il titolo dell’incontro formativo promosso per domani, venerdì 5 maggio, a Olbia (ore 14.30), a cura dello Studio Polispecialistico Forma La Mente e dall’Associazione Per Piccoli Passi Sardegna, nata, quest’ultima, per accogliere e sostenere i genitori, le famiglie e i bambini con disturbi dell’età evolutiva e in particolare con disprassia (incapacità di compiere movimenti volontari).

«Negli ultimi anni – spiegano i promotori dell’iniziativa – la Neuroftalmologia dell’Età Evolutiva si sta affermando come una disciplina in evoluzione, sia per il miglioramento delle competenze diagnostiche, sia per la numerosità degli studi sperimentali recentemente volti a supportare la forte relazione e interazione esistente fra occhio e cervello, che si estrinseca nelle attività di percezione, esplorazione, analisi ed elaborazione della realtà, sia per i conseguenti progressi sul piano della precocità e completezza della diagnosi, della qualità della riabilitazione e della terapia. In tal senso, nel gennaio del 2000 è stato attivato a Pavia il Centro di Neuroftalmologia dell’Età Evolutiva (che afferisce alla Clinica di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza dell’Istituto Mondino), costituitosi nell’àmbito di una collaborazione pluriennale tra la Clinica Neuropsichiatrica dell’Infanzia e dell’Adolescenza, la Clinica Oculistica dell’Università di Pavia e l’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti). Tale struttura è oggi considerata come un punto di riferimento a livello nazionale ed internazionale per la diagnosi e la presa in carico dei soggetti con disordine neuroftalmologico».
Non a caso, dunque, a condurre i lavori dell’incontro di Olbia sarà proprio Sabrina Giovanna Signorini, neuropsichiatra infantile esperta nei Disordini Neuroftalmologici dell’Età Evolutiva del citato Centro di Pavia. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: formalamente.ss@gmail.com.

Stampa questo articolo