Quell’orsetto con disabilità, utile anche alle persone colpite dal terremoto

Libro per bambini, ma istruttivo anche per gli adulti, centrato sulla storia di un orsetto con disabilità, “Il mio amico Alfred” ha ottenuto nel giro di un anno un sorprendente risultato in termini di vendite, pur essendo stato pubblicato in totale autonomia e senza il supporto di alcuna casa editrice. Ed è bello segnalare che il suo autore Simon Sword ha mantenuto la promessa iniziale, decidendo di donare il ricavato delle vendite all’Associazione Pro Loco di San Pellegrino di Norcia, una delle località dell’Umbria maggiormente colpite dal terremoto dello scorso anno

Simon Sword

Simon Sword, autore del “Mio amico Alfred”, durante una presentazione dl suo libro

È bello segnalare proprio in questi giorni – a poco più di un anno dal sisma che ha devastato numerose località del Centro Italia – che Simon Sword ha mantenuto la promessa fatta al momento dell’uscita del suo primo libro per bambini, Il mio amico Alfred (illustrato da Elio Finocchiaro), donando all’Associazione Pro Loco di San Pellegrino di Norcia – una delle località dell’Umbria maggiormente colpite dal sisma – l’intero ricavato dalla vendita della pubblicazione.
«Saprà il forte e allegro orsetto con disabilità Alfred, nato e cresciuto con la sua famiglia in un piccolo villaggio sperduto in mezzo ai boschi, farsi accettare dai nuovi compagni di scuola e dai vicini di casa nella caotica città di Orsilandia, dove dovrà “ricominciare da zero”? E riuscirà a farsi trattare da orsetto qualunque e non da “diverso”?»: avevamo presentato così, su queste stesse pagine, la storia del Mio amico Alfred, rivolta ai bambini, ma assai istruttiva anche per gli adulti, un libro che, pur essendo stato pubblicato in totale autonomia e senza il supporto di alcuna casa editrice, ha ottenuto nel giro di un anno un risultato del tutto imprevedibile e sorprendente per il suo stesso Autore: ben 30.000 copie vendute! (S.B.)

Ringraziamo per la collaborazione Comunicatistampa.net.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: info.simonsword@gmail.com.

Stampa questo articolo