Montesilvano: grande interesse per il turismo accessibile

Un’ampia partecipazione, infatti, ha contraddistinto il recente convegno denominato “Una città accessibile per il turismo accessibile”, svoltosi appunto a Montesilvano (Pescara), durante il quale, tra l’altro, è stata anche presentata l’“Access Card”, che offre numerose agevolazioni alle persone con disabilità in vacanza nella località del litorale abruzzese

Access Card di Montesilvano (Pescara)

L'”Access Card” di Montesilvano (Pescara), che offre varie agevolazioni alle persone con disabilità che si recano in vacanza nella località del litorale abruzzese

Grande interesse e ampia partecipazione ha fatto registrare, il 29 maggio scorso, il convegno Una città accessibile per il turismo accessibile, svoltosi a Montesilvano (Pescara), e organizzato dalla UILDM (Unione Italiana lotta alla Distrofia Muscolare) di Pescara-Chieti, in collaborazione con il Comune locale, e con il patrocinio della Provincia, della Camera di Commercio, della Confcommercio e della Confesercenti di Pescara, della Regione Abruzzo, della SIDiMa (Società Italiana Disability Manager), di AFM (Association Française contre les Myopathies)-Téléthon (delegazione dell’Indre et Loire) e di Missione Possible.

Durante l’incontro – moderato da Camillo Gelsumini, disability manager e presidente della UILDM di Pescara-Chieti – l’assessore al Turismo del Comune di Montesilvano Germano D’Aurelio ha presentato tra l’altro l’Access Card, riservata alle persone con disabilità, che d’ora in poi offrirà numerose agevolazioni a chi si recherà in vacanza nella località del litorale abruzzese. Spazio, inoltre, vi è stato anche per un bel Poster artistico che evidenzia i vari luoghi accessibili.
Queste realizzazioni e le opportunità connesse sono visibili anche nel sito internet della UILDM di Pescara-Chieti.

«La partecipazione al convegno di un relatore internazionale – sottolinea infine Gelsumini – quale Patrick Bernuchon dell’AFM (Association Française contre les Myopathies)-Téléthon, ha aperto anche la via a una rete europea di associazioni interessate al turismo accessibile, che nei prossimi anni svilupperà concretamente un positivo interscambio turistico». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Carla De Clemente (sportello.disabilita@libero.it).

Stampa questo articolo