Diventa una realtà il Centro Spazio Vita Niguarda

Il Centro Polifunzionale Spazio Vita Niguarda, che verrà inaugurato il 30 giugno a Milano, sarà un luogo di incontro aperto a tutto il territorio milanese, in una struttura completamente accessibile, che offrirà spazi versatili per le molteplici attività previste (sociali, formative, culturali, sportive e altre ancora), rivolgendosi non soltanto ai pazienti dell’Unità Spinale Unipolare dell’Ospedale Niguarda, ma a tutte le persone – con disabilità motoria e non solo – che vorranno parteciparvi

Realizzazione grafica dedicata al nuovo Centro Spazio Vita Niguarda di MilanoIl nostro giornale ne ha seguito le mosse sin da quando venne avviato il progetto e ora, dopo due anni di lavori e grazie al costante impegno dell’AUS (Associazione Unità Spinale) Niguarda e dell’ASBIN (Associazione Spina Bifida e Idrocefalo Niguarda), attive presso l’Unità Spinale Unipolare dell’Ospedale Niguarda Ca’ Granda di Milano, sta finalmente per arrivare il momento dell’inaugurazione del Centro Polifunzionale Spazio Vita Niguarda, ciò che avverrà il 30 giugno, in una vera giornata di festa.

Una serie di progetti sostenuti da partner privati e pubblici, fondazioni e aziende virtuose, insieme a un’intensa attività di raccolta fondi, articolata su varie iniziative, hanno portato nel corso del tempo a incrementare e consolidare numerosi servizi socio integrativi, che ora verranno ulteriormente ampliati negli spazi dedicati del Centro Spazio Vita, aprendoli anche agli esterni.
Per gestire tra l’altro l’impegnativa fase di realizzazione del Centro Polifunzionale e i servizi che vi verranno sviluppati, era nata – nel mese di luglio del 2013 – la Cooperativa Sociale Spazio Vita Niguarda ONLUS, che ha gestito i lavori di costruzione e che ora si sta occupando di sviluppare e incrementare servizi qualificati, in grado di fornire risposte flessibili ai bisogni emergenti delle persone fragili e con disabilità e delle loro famiglie, presenti sul territorio lombardo.
In sostanza, la Cooperativa è stata avviata per promuove un’offerta integrata e stabile di servizi di supporto e di accompagnamento, nel delicato e complesso percorso di transizione dalla fase di ricovero ospedaliero al rientro domiciliare, con azioni di raccordo con il territorio, rivolte alle persone con disabilità.

Il Centro Spazio Vita sarà dunque un luogo di incontro aperto a tutto il territorio milanese, in una struttura completamente accessibile, che offrirà spazi versatili per le molteplici attività previste e sarà rivolta non solo ai pazienti dell’Unità Spinale, ma a tutte le persone – con disabilità motoria e non solo – che vorranno partecipare.
Nel dettaglio, vi verranno realizzati laboratori di espressività artistica, musica, pet therapy (terapia con gli animali), corsi di informatica, sportelli di orientamento e presa in carico, attività di informazione sull’avviamento allo sport per persone con disabilità, orticoltura e giardinocoltura, attività ludiche e di accompagnamento allo studio per i ragazzi, conferenze e proiezioni di anteprime cinematografiche, formazione professionale per gli utenti e per gli operatori, supporto psicologico e segretariato sociale rivolti sia agli utenti che ai familiari, consulenza alla pari, gruppi di mutuo aiuto, eventi aggregativi e congressuali su tematiche legate al tema della disabilità.
«Si arricchirà notevolmente – dichiarano i rappresentanti delle Associazioni promotrici – l’offerta di attività socio integrative che, grazie alla sinergia tra gli Enti e lo staff ospedaliero, caratterizzano il programma di riabilitazione globale dell’Unità Spinale e che nel nuovo Centro Spazio Vita godranno di una sede esclusiva e dedicata».

Il 30 giugno sarà inoltre l’occasione per lanciare la partnership con l’Associazione MediCinema Italia – nata nel 2013, con l’obiettivo di utilizzare il cinema e la cultura cinematografica a scopo terapeutico negli ospedali italiani – grazie alla quale la magia del grande cinema entrerà nell’Ospedale Niguarda Ca’ Granda: dal prossimo mese di settembre, infatti, grazie all’impianto audio video professionale donato dalla stessa MediCinema, avranno luogo presso la Sala Polifunzionale di Spazio Vita vere e proprie anteprime cinematografiche aperte anche agli utenti esterni e ai pazienti di altri reparti dell’Azienda Ospedaliera e ai loro familiari, che potranno quindi accomodarsi in una vera e propria minisala cinematografica, partecipando a un nuovo progetto sperimentale che vedrà l’utilizzo delle nuove tecnologie applicate alla cultura e all’arte.

Dopo la cerimonia di inaugurazione e la benedizione del nuovo Centro, da parte di monsignor Angelo Bazzari, presidente della Fondazione Don Gnocchi, la giornata del 30 giugno sarà aperta dai saluti delle Autorità e da una breve conferenza stampa, con Mario Mantovani, assessore alla Salute della Regione Lombardia, Beatrice Uguccioni, presidente del Consiglio di Zona 9 di Milano, Marco Trivelli, direttore generale dell’Azienda Ospedaliera Niguarda Ca’ Granda e Vincenzo Falabella, presidente nazionale della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap).
Successivamente gli operatori presenteranno le attività di Spazio Vita, mentre nel primo pomeriggio verrà inaugurato lo Spazio Cinema, con la proiezione del recentissimo film Jurassic World, in collaborazione con MediCinema Italia e grazie alla disponibilità della Universal Pictures, che ha voluto a propria volta sostenere in tal modo l’iniziativa.
In collaborazione, inoltre, con Dinosauri in Carne e Ossa e Geomodel, e in occasione della grande mostra Spinosaurus, che si sta svolgendo a Palazzo Dugnani di Milano, all’ingresso della sala verrà posizionata la riproduzione perfetta di un Velociraptor lungo più di tre metri, uno degli immancabili protagonisti di tutta la celebre saga cinematografico/giurassica.
Dopo il momento dedicato al grande schermo, arriverà quello dei Laboratori aperti, all’insegna della pet therapy, della pittura, della lavorazione della creta, della musica d’insieme e della tecnologia Soundbeam (il cosiddetto “raggio del suono”, strumento che grazie a un’innovativa tecnologia a ultrasuoni, permette di controllare apparecchi musicali e multimediali attraverso il movimento nello spazio e di produrre quindi suoni anche in assenza di movimento delle mani), e dell’aula informatica con ausili ICT (tecnologie dell’informazione e della comunicazioni), per persone con gravissima disabilità.
Un’“apericena musciale” concluderà l’evento. (S.F.e S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti:
° Comunicazione (Silvia Ferrario): silvia.ferrario@ausniguarda.it
° Segreteria Centro Polifunzionale Spazio Vita Niguarda: info@spaziovitaniguarda.it
° Segreteria AUS Niguarda: segreteria@ausniguarda.it

Stampa questo articolo