Servizi agli alunni con disabilità: intesa sul riparto del Fondo

Intesa raggiunta, tra Stato e Regioni, per il riparto del “Fondo per l’autonomia e la comunicazione per gli alunni con disabilità fisica o sensoriale”, accordo che anticipa ampiamente l’inizio del prossimo anno scolastico, per consentire alle Regioni di attivare per tempo i servizi per gli alunni con disabilità, evitando i ritardi sin troppo spesso registrati negli anni scorsi. Si parla, segnatamente, di trasporto degli alunni con disabilità, di assistenza all’autonomia e alla comunicazione, di consulenza tiflologica e della distribuzione di specifico materiale didattico e testi scolastici

Ragazzi con varie disabilità davanti a una scuola

Ragazzi con varie disabilità davanti a una scuola

Come comunica una nota diffusa dal Ministero per la Famiglia e le Disabilità, è stata raggiunta l’intesa tra Stato e Regioni, in Conferenza Unificata, per il riparto del “Fondo per l’autonomia e la comunicazione per gli alunni con disabilità fisica o sensoriale”, potenziato nell’ultima Legge di Bilancio da 75 a 100 milioni di euro per tre anni (300 milioni complessivi).
L’accordo anticipa ampiamente l’inizio del prossimo anno scolastico, per consentire alle Regioni di attivare per tempo – tramite quelle risorse -, i servizi per gli alunni con disabilità, per cercare di evitare i ritardi sin troppo spesso registrati negli anni precedenti.
Si parla, va ricordato, di trasporto degli alunni con disabilità dal domicilio alla scuola e viceversa, di assistenza all’autonomia e alla comunicazione e di consulenza tiflologica, oltreché della distribuzione di specifico materiale didattico e testi scolastici. (S.B.)

Stampa questo articolo