“Il filo spezzato” al “Roma Fringe Festival”

All’interno del “Roma Fringe Festival”, il più vivace fenomeno di spettacolo dal vivo del nostro Paese, punto di riferimento per tutti gli artisti indipendenti che ambiscono a una platea internazionale, vi sarà spazio, il 16 e il 17 gennaio, anche per la rappresentazione del “Filo spezzato”, spettacolo realizzato e prodotto da Arte&Mani-Deaf Italy, compagnia che da anni si occupa di Teatro Sordo LIS (Lingua dei Segni Italiana), forma teatrale che promuove rappresentazioni nate da drammaturgie originali, in cui la LIS e l’Italiano vengono utilizzate con uno stesso registro linguistico

Scena dello spettacolo teatrale "Il filo spezzato"

Una scena dello spettacolo teatrale “Il filo spezzato”

Nell’àmbito del Fringe, il più importante festival internazionale di spettacolo dal vivo, che si replica in ogni capitale culturale del mondo, è in corso a Roma, fino al 17 gennaio, l’ottava edizione del Roma Fringe Festival, il più vivace fenomeno di spettacolo dal vivo del nostro Paese, che rappresenta un vero e proprio punto di riferimento per tutti gli artisti indipendenti che ambiscono a una platea internazionale.
E nel quadro di questa prestigiosa manifestazione vi sarà spazio, il 16 e 17 gennaio, anche per Il filo spezzato, il più recente spettacolo realizzato e prodotto da Arte&Mani-Deaf Italy, del quale avevamo segnalato la prima nazionale di Caserta nel mese di ottobre dello scorso anno.

Arte&Mani Deaf Italy è una compagnia che si occupa ormai da anni di Teatro Sordo LIS (Lingua dei Segni Italiana), forma espressiva che promuove rappresentazioni nate da drammaturgie originali, in cui la LIS e l’Italiano vengono utilizzate con uno stesso registro linguistico. «Questo – spiegano dalla compagnia stessa – permette tanto a un pubblico sordo quanto udente di abbracciare le emozioni del racconto teatrale, di capire più facilmente i personaggi e di essere quindi compartecipi della “macchina teatrale”».
In base a tale progetto, dunque, vengono messi in scena sia testi classici che contemporanei, basandosi appunto su una drammaturgia originale nata direttamente tanto in LIS quanto in Italiano, il tutto con l’obiettivo di veicolare anche aspetti della cultura sorda segnante e di contribuire all’arricchimento della letteratura sorda LIS.

Come già il precedente Dialoghi da dietro le quinte – di cui pure ci eravamo occupati – , anche Il filo spezzato nasce da un’idea originale di Dario Pasquarella, fondatore del Teatro Sordo LIS.
La programmazione all’interno del Roma Fringe Festival è prevista, come detto, per giovedì 16 (ore 21) e venerdì 17 gennaio (ore 20), presso il Teatro La Pelanda di Roma (ex Mattatoio, Piazza Orazio Giustiniani, 4, Testaccio). (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: artemani.italystampa@gmail.com.

Stampa questo articolo