La Befana per la Casa dei Risvegli Luca De Nigris: un “classico” di Bologna

Ancora una volta, come accade ormai da molto tempo, nella prima settimana di questo nuovo anno la Befana sta coinvolgendo il capoluogo emiliano con tante iniziative che vivranno i momenti clou nella giornata di domani, 6 gennaio. Il tutto sempre con l’obiettivo primario di raccogliere fondi in favore della Casa dei Risvegli Luca De Nigris, l’innovativa struttura pubblica voluta dall’Associazione degli Amici di Luca e rivolta alle persone con gravi cerebrolesioni, in stato vegetativo o con esiti di coma

Befana per la Casa dei Risvegli, 5 gennaio 2022

La Befana, interpretata dall’attrice Paola Mandrioli, alla Casa dei Risvegli Luca De Nigris, insieme a Maria Vaccari, presidente degli Amici di Luca

Il giovane Luca De Nigris era appena mancato, nella notte tra il 7 e l’8 gennaio 1998 e subito dopo cominciò una lunga gara di solidarietà che in suo nome avrebbe portato alla nascita della Casa dei Risvegli, l’innovativa struttura pubblica dell’Azienda USL di Bologna, voluta innanzitutto dalla neonata Associazione degli Amici di Luca e rivolta alle persone con gravi cerebrolesioni, in stato vegetativo o con esiti di coma. Un anno dopo, gli stessi Amici di Luca cominciarono a promuovere una manifestazione che sarebbe diventata per Bologna un punto di riferimento ludico, culturale e solidale, contribuendo a rendere concreta l’idea della Casa dei Risvegli Luca De Nigris, progetto sostenuto dal Comune di Bologna, dalla Regione Emilia Romagna e da numerose altre Istituzioni pubbliche e soggetti privati.
Era nata così la Befana di Solidarietà per la Casa dei Risvegli Luca De Nigris, che proprio in questi giorni sta vivendo nel capoluogo emiliano una nuova edizione, con tante iniziative.

Infatti, dopo la tappa di ieri, 4 gennaio, al Reparto di Pediatria dell’Ospedale Maggiore, questa mattina, 5 gennaio, la Befana, interpretata dall’attrice Paola Mandrioli di Fantateatro, è passata proprio dalla Casa dei Risvegli Luca De Nigris, attesa dagli operatori dell’Azienda USL di Bologna, da Maria Vaccari presidente dell’Associazione degli Amici di Luca, oltreché da vari ospiti e familiari, a tutti i quali, naturalmente nel rispetto delle regole anti-Covid, ha consegnato i panettoni offerti dai Circoli Dipendenti Comunali di Bologna e, da parte della CNA (Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa), i biscotti della Scuola del Pane di Savigno.

Il clou dell’evento si avrà nella giornata di domani, 6 gennaio, dapprima in mattinata, quando in Piazza Maggiore vi sarà l’iniziativa La Befana della CMA sotto la Torre, dopodiché la Befana sarà “ecologica” sul Trishow di Luca Soldati, guidato dal sindaco di Bologna Matteo Lepore, con partenza da Palazzo d’Accursio, per ricordare Maurizio Cevenini il quale su quello stesso mezzo attraversò la città nel 2010, insieme all’indimenticata Carla Astolfi, interprete “storica” della Befana. Con loro anche Claudio Pazzaglia, direttore del CNA di Bologna, Maria Vaccari e Alessandra Bertuzzi, presidente e regista di Fantateatro.
Nel primo pomeriggio, quindi, ci si trasferirà all’Ippodromo Arcoveggio, altro partner consolidato della Befana di Solidarietà, mentre alle 17.30 la Befana Storica dei Circoli Dipendenti dell’Università di Bologna e dei Circoli Dipendenti Comunali sarà al Teatro Duse (Via Cartoleria, 42), con Fantateatro che presenterà lo spettacolo di nuova produzione Gli Elfi di Babbo Natale, diretto da Alessandra Bertuzzi e con l’incasso devoluto alla Casa dei Risvegli Luca De Nigris. Alla fine dello spettacolo, la Befana donerà le calze ai bambini e alle bambine fino ad esaurimento. (S.B.)

Per ogni informazione e approfondimento: info@amicidiluca.it.

Stampa questo articolo