Per una scuola di tutti e per tutti

Un tema sempre caldo, che nei giorni scorsi è stato definito, su queste colonne, «una vera e propria emergenza nazionale». È quello dell’integrazione scolastica degli studenti con disabilità, del quale si parlerà anche il 23 novembre a Roma, nel corso di un convegno organizzato dal Partito della Rifondazione Comunista

Ragazzo in carrozzina a scuolaÈ un tema, quello dell’integrazione scolastica delle persone con disabilità, da seguire sempre con estrema attenzione, anche nei mesi successivi al faticoso inizio delle lezioni, come ben ha dimostrato il Convegno Internazionale La Qualità dell’integrazione scolastica, conclusosi da pochi giorni a Rimini.
La pensano così pure gli organizzatori dell’incontro intitolato Per una scuola di tutti e per tutti. Handicap e scuola: a trenta anni dalla legge 517/77, quali politiche per l’integrazione?, organizzato a Roma, per venerdì 23 novembre (Sala delle Carte Geografiche, Via Napoli, 36, ore 15-19) dall’Area della Conoscenza, Dipartimento Scuola del Partito della Rifondazione Comunista-Sinistra Europea.

La prima parte dell’incontro sarà aperta dalla proiezione del video Il colore dei suoni (Metodo Marchio Patti), curato dall’Associazione Città del Sole di Locri (Reggio Calabria). Successivamente sono previsti gli interventi di Renata Puleo, dirigente scolastica di Roma (La cultura dell’integrazione nella scuola pubblica, a partire dalla legge 517/77), Giovanna Capelli, senatrice del Partito della Rifondazione Comunista-Sinistra Europea (Evoluzione del quadro normativo e politica delle risorse), Roberto Imperiale, dirigente scolastico di Torino (Integrazione delle persone con disabilità e costruzione di reti territoriali), Antonio Ferraro, responsabile del Settore Handicap del Partito della Rifondazione Comunista-Sinistra Europea (Integrazione scolastica-sociale: dall’assistenzialismo all’inclusione) e Roberta Fantozzi, responsabile dell’Area Diritti Sociali e Immigrazione della Segreteria Nazionale del Partito della Rifondazione Comunista-Sinistra Europea (Universalismo dei diritti e politiche sociali).

La seconda parte della giornata sarà dedicata alla tavola rotonda Quale futuro per l’integrazione scolastica?, coordinata da Loredana Fraleone, responsabile dell’Area della Conoscenza della Segreteria Nazionale del Partito della Rifondazione Comunista-Sinistra Europea e alla quale parteciperanno Paolo Ferrero, ministro della Solidarietà Sociale, Giancarlo Onger, della Segreteria di Letizia De Torre, sottosegretario alla Pubblica Istruzione con delega alla disabilità, Beniamino Lami, della Segreteria Nazionale della FCL/CGIL, Pietro V. Barbieri, presidente nazionale della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) e Vezio Ruggieri, docente di Psicofisiologia Clinica all’Università La Sapienza di Roma.
(S.B.)

Per ulteriori informazioni:
Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea
Area della Conoscenza, Dipartimento Scuola
tel. 06 44182236,
scuola.prc@rifondazione.it.
Stampa questo articolo