Associazioni, genitori e studenti: gli incontri di Scuole Aperte

Il progetto della Regione Campania – che recentemente ha ottenuto un importante riconoscimento a livello europeo – continua le proprie attività, confrontandosi con le varie componenti che ad esso fanno capo. L’obiettivo resta quello di realizzare concretamente quell'”apertura” da cui prende il nome, che può portare alla vera inclusione degli studenti con disabilità. Due, quindi, gli incontri di questa fase, il primo svoltosi l’11 febbraio con le associazioni e i genitori, mentre il secondo, il 18 febbraio, sarà con gli studenti

Ragazza con disabilità insieme a compagne di scuola non disabiliContinuano le attività del Gruppo di Lavoro Scuole Aperte, progetto dell’Assessorato all’Istruzione, alla Formazione e al Lavoro della Regione Campania, che proprio recentemente ha ottenuto a Parigi un importante riconoscimento nell’ambito di Handinnov 2008, il primo concorso europeo sulle buone prassi per l’inclusione dei ragazzi con disabilità (se ne legga, nel nostro sito, al testo intitolato Quando l’Europa guarda all’Italia, disponibile cliccando qui).

In questa fase, infatti, sulla base del positivo riscontro registrato nel 2008, si intende proseguire nel percorso di ascolto e condivisione con i referenti delle associazioni di rappresentanza delle persone con disabilità e delle loro famiglie, per la verifica del progetto – consistente, vale la pena ricordarlo, in un’offerta di laboratori scolastici pomeridiani del tutto inclusivi – e per l’impostazione di quello futuro.
«Si tratta di confronti – sottolinea Vito Bardascino, responsabile dell’Area Integrazione del Progetto Scuole Aperte – che offrono la chiave di lettura del progetto stesso, il canale di comunicazione ufficiale con il territorio, affinché si realizzi concretamente proprio quell’apertura, in entrata e in uscita, che la Regione Campania e le scuole in rete, sensibili alle esigenze degli studenti con disabilità nei loro contesti, vogliono attuare con questa iniziativa».

E quindi, ordine del giorno quasi obbligato per i due incontri di questi giorni – il primo svoltosi l’11 febbraio con i referenti delle associazioni e i rappresentanti dei genitori, il secondo previsto per il 18 febbraio, con gli studenti – vale a dire le testimonianze, i suggerimenti e le prospettive per Scuole Aperte, centrati sulla partecipazione e la cittadinanza attiva delle famiglie e degli studenti. (S.B.)

Per ulteriori informazioni:
Gruppo di Lavoro Scuole Aperte, tel. 081 7967666, integrazione@scuoleaperte.com.
Stampa questo articolo