La FISH Veneto avvia un gruppo di lavoro sull’inclusione

Di fronte infatti ai soliti gravi problemi con cui si è aperto anche quest’anno scolastico (ore di sostegno insufficienti, classi sovraffollate, trasporti carenti e altro ancora), oltre alla situazione creata dai tagli della “Riforma Gelmini”, il Direttivo Regionale della FISH Veneto (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) ha deciso appunto di avviare questa nuova esperienza, sotto forma di gruppo aperto a tutti (genitori, docenti, dirigenti scolastici, educatori, pedagogisti, psicologi, operatori socio-sanitari ecc.), il cui primo incontro è previsto per il 13 dicembre a Padova

Bimbo in carrozzina entra a scuola, fotografato di spalle«Ore di sostegno insufficienti, classi sovraffollate, trasporti carenti e altro ancora: anche quest’anno scolastico si è aperto con  i soliti gravi problemi, ai quali va aggiunta la gravissima situazione creata dalla cosiddetta “Riforma Gelmini”, che come una mannaia si è abbattuta in modo indiscriminato sulla scuola pubblica, con i suoi tagli del tempo pieno, dei docenti  di sostegno e curricolari, del personale ATA [Assistenti Tecnico-Amministrativi, N.d.R.], del materiale scolastico ecc, portando a una situazione di grande malessere e grande difficoltà in quella che dovrebbe  essere la struttura portante del Paese in cui si formano i giovani del futuro».
Sono parole di Antonino Russo e Lilia Manganaro, rispettivamente presidente e vicepresidente della FISH Veneto (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), organizzazione che alla luce di tutto ciò ha deciso di istituire un Gruppo di Lavoro Regionale per l’Inclusione Scolastica, coordinato dalla stessa Lilia Manganaro  e che si avvarrà della collaborazione di tutte le persone che vorranno farne parte, genitori, docenti, dirigenti scolastici, educatori, pedagogisti, psicologi, operatori socio-sanitari ecc.

Il primo incontro – con la formula del gruppo aperto – è previsto per martedì  13  dicembre a Padova (sede ANFFAS – Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale, Via Due Palazzi, 41, ore 14.45-17) e vi si parlerà tra l’altro dei possibili interventi della FISH Veneto presso l’Ufficio Scolastico Regionale, della formazione di specifici gruppi di lavoro e di studio e delle situazioni di emergenza scolastica per gli alunni con disabilità nel Veneto, oltre ad elaborare alcune proposte per la FISH Nazionale, da trasmettere successivamente al nuovo ministro per l’Istruzione Francesco Profumo. (S.B.)

Per ulteriori informazioni: lilia.manganaro@libero.it.
Stampa questo articolo