Verso la conclusione il Giro d’Italia di Handbike

Infatti, dopo la tappa di Casale Monferrato (Alessandria), che ha riscosso un grande successo e che ha coinciso anche con il “Trofeo ANMIL-INAIL – In memoria delle Vittime dell’amianto”, si attende solo il gran finale del 23 settembre a Sulmona (l’Aquila), per decretare coloro che prevarranno nelle varie categorie. Scelti anche, in Piemonte, i vincitori del Concorso “Realizza la mascotte del Giro”

Maglie Rosa del Giro d'Italia di Handbike, dopo la tappa di Casale Monferrato

Le Maglie Rosa del Giro d’Italia di Handbike, dopo la penultima tappa di Casale Monferrato (Alessandria)

Nonostante le difficili condizioni meteorologiche, ha riscosso grande successo la penultima tappa del terzo Giro d’Italia di Handbike, a Casale Monferrato (Alessandria), che ha coinciso con il Trofeo ANMIL-INAIL – In memoria delle Vittime dell’amianto, iniziativa voluta appunto dall’ANMIL (Associazione Nazionale fra Lavoratori Mutilati e Invalidi del Lavoro) e dall’INAIL (Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro), allo scopo di associare l’entusiasmo di questa competizione sportiva a un’importante campagna di sensibilizzazione contro i rischi dell’amianto.
E il successo si deve soprattutto all’impegno e alla passione dei sessanta atleti che hanno partecipato a una tappa combattutissima, nel centro storico di Casale Monferrato, gremito di spettatori.

Prima del via, tutti gli atleti hanno reso omaggio agli atleti convocati alle Paralimpiadi con l’inno nazionale suonato dalla banda cittadina. Successivamente, alla partenza dall’Aeroporto di Malpensa, una delegazione del Comitato Giro d’Italia Handbike e dell’ANMIL ha voluto salutare personalmente gli Azzurri volati a Londra in cerca di metallo prezioso.
Dal punto di vista agonistico, qualche “scossone” si è pure avuto, con due nuove Maglie Rosa. Questi sono ora i primi in classifica nelle varie categorie, prima del gran finale del 23 settembre a Sulmona (l’Aquila): Davide Giozet (MH1.1), Omar Rizzato (MH1.2), Paolo Cecchetto (MH2), Raimund Thaler (MH3), Diego Colombari (MH4), Roberta Amadeo (WH1), Francesca Fenocchio (WH2) e Valeria Corazzin (WH3).

Durante infine lo svolgimento della tappa del Giro – organizzato, lo ricordiamo, dall’Associazione Giro d’Italia di Handbike, in collaborazione con l’ANMIL, l’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla), Sicurezza&Lavoro e Rai News – si è proceduto anche alla valutazione dei numerosi partecipanti al Concorso Realizza la mascotte del Giro, che ha visto prevalere il progetto grafico di Lorenzo Pizzuti e Maria Luigina Sirianni i quali verranno premiati a Sulmona il 23 settembre. (S.B.)

Per ogni ulteriore informazione e approfondimento: comunicazione@girohandbike.it.

Stampa questo articolo