La scuola di tutti e di ognuno

Approfondire le possibilità di piena inclusione dei bambini e dei ragazzi con esigenze speciali nel mondo scolastico, grazie all’intervento di autorevoli esponenti delle principali organizzazioni impegnate sul tema della disabilità: sarà questo l’obiettivo dell’interessante convegno in programma per il 25 ottobre a Rozzano, nei pressi di Milano, nuova tappa del progetto di formazione e studio denominato “Ariel fa crescere i diritti”

Classe di scuola primaria con un bimbo in carrozzinaScuola, diritto allo studio e all’inclusione scolastica degli alunni e studenti con disabilità: a questi temi sarà dedicato il convegno intitolato La scuola di tutti e di ognuno, in programma per sabato 25 ottobre all’Auditorium dell’Istituto Humanitas di Rozzano, nei pressi di Milano (ore 9.30-16), che verrà contemporaneamente trasmesso anche in diretta streaming on line.
Si tratta del terzo appuntamento promosso nell’àmbito del progetto di formazione e studio denominato Ariel fa crescere i diritti, iniziativa dedicata appunto ai diritti delle persone con disabilità, ideata dalla Fondazione milanese Ariel e dalla Cooperativa Sociale Romana Spes contra Spem, con la collaborazione della Fondazione UMANAMENTE.

Il convegno – con il quale si intendono approfondire le possibilità di piena inclusione dei bambini e dei ragazzi con esigenze speciali nel mondo scolastico – prevede l’intervento di esponenti delle principali organizzazioni che lavorano sul tema della disabilità (FISH-Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap; LEDHA-Lega per i Diritti delle Persone con Disabilità, componente lombarda della precedente; ANFFAS-Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale; AIAS-Associazione Italiana Assistenza agli Spastici; ASPHI– Avviamento e Sviluppo di Progetti per ridurre l’Handicap mediante l’Informatica), tra i quali segnaliamo ad esempio Salvatore Nocera, già vicepresidente nazionale della FISH, responsabile del Settore Legale dell’Osservatorio Scolastico dell’AIPD (Associazione Italiana Persone Down) e “firma” fissa del nostro giornale «Superando.it».
Si spazierà dall’esigibilità dei diritti e dalla normativa alla progettazione di servizi inclusivi, dal ruolo degli insegnanti e della famiglia ai bisogni e i desideri di alunni e studenti, senza dimenticare esperienze e modelli virtuosi di inclusione scolastica, fra i quali anche il Progetto Scienzabile: inclusione e gioco tra scienza e disabilità, promosso dall’Associazione L’abilità, insieme al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci, senza dimenticare la preziosa testimonianza di Francesca Valla, la famosa “tata” di La7 TV, che porterà la propria esperienza sul tema dell’inclusione come insegnante di scuola primaria.
Il periodo di riferimento sarà quello degli anni che vanno dal nido alla scuola secondaria di primo grado e ci si rivolgerà in particolare alle famiglie, ai docenti, ai professionisti dei Servizi di Neuropsichiatria Infantile, alle Associazioni e alle diverse figure professionali impegnate sul tema dell’inclusione scolastica.

Da ricordare, in conclusione, che un secondo appuntamento, riguardante in quel caso i percorsi della scuola secondaria di secondo grado, la formazione professionale e quella universitaria, si avrà il 22 novembre sempre all’Istituto Humanitas di Rozzano (e in streaming on line). (E.N. e S.B.)

La partecipazione è gratuita e, come accennato, chi non potrà essere a Rozzano, potrà seguire seguire la diretta streaming. Il programma completo è disponibile nel sito di Fondazione Ariel. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: fondazione.ariel@humanitas.it (numero verde 800 133431).

Stampa questo articolo