Ti aiutiamo a vederci chiaro

«Se non si garantiranno adeguati servizi di prevenzione, cura e riabilitazione visiva, il numero di coloro che perderanno la vista o diventeranno ipovedenti è destinato ad aumentare inesorabilmente»: a dirlo è Giuseppe Castronovo, presidente di IAPB Italia, nell’imminenza della XVII Giornata Mondiale della Vista del 12 ottobre, centrata sullo slogan “Ti aiutiamo a vederci chiaro”, in occasione della quale la stessa IAPB ha promosso varie iniziative, in collaborazione con l’UICI. E anche l’organizzazione CBM Italia sarà molto attiva, lanciando una propria campagna

Manifesto della Giornata Mondiale della Vista 2017«Se non si garantiscono adeguati servizi di prevenzione, cura e riabilitazione visiva a miliardi di persone che accedono nel mondo all’assistenza oftalmica, il numero di coloro che perderanno la vista o diventeranno ipovedenti è destinato ad aumentare inesorabilmente. Nel nostro Paese la salute visiva deve avere maggiore rilievo nell’agenda sanitaria pubblica, per evitare che al dramma umano della sofferenza si aggiunga un aggravio di spesa sociale per il bilancio dello Stato».
A dirlo è Giuseppe Castronovo, presidente di IAPB Italia, l’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità, nell’imminenza della XVII Giornata Mondiale della Vista del 12 ottobre, in occasione della quale la stessa IAPB ha organizzato iniziative in un centinaio di città del nostro Paese, in stretta collaborazione con i propri Comitati e con le strutture territoriali dell’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti) (di alcune di esse si legga nel box in calce).
Sin dalla sua istituzione, del resto, IAPB Italia, in collaborazione con l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), ha evidenziato che la salute visiva deve ricevere un’adeguata attenzione all’interno dei Sistemi Sanitari Nazionali, ricordando che sono circa 3 miliardi in tutto il mondo le persone afflitte da gravi problemi oculari, per le quali dovrebbe essere garantito l’accesso a cure tempestive e di qualità.

Centrata sullo slogan Ti aiutiamo a vederci chiaro, la Giornata Mondiale si pone sostanzialmente l’obiettivo di sensibilizzare la popolazione e le Istituzioni, perché difendere un bene prezioso qual è la vista è fondamentale, è un patrimonio che va tutelato. Un evento, quindi, tutto volto a preservare la salute degli occhi, non solo con la cura, ma anche con la prevenzione e la riabilitazione visiva.

Come detto, il 12 ottobre, in un centinaio di città italiane, verranno distribuiti opuscoli informativi e gadget e in molti casi sarà anche possibile sottoporsi a check-up oculistici gratuiti e a partecipare a incontri divulgativi con oculisti. A Roma, inoltre, è prevista una conferenza stampa (ore 11) presso la Sala Caduti di Nassirya del Senato e in parallelo andrà anche in onda uno spot sociale, sulle principali emittenti nazionali, avvalendosi di un testimonial quale il calciatore e allenatore Marco Tardelli, già campione del mondo.

Anche CBM Italia, componente nazionale dell’organizzazione umanitaria impegnata nella cura e nella prevenzione della cecità e disabilità evitabile nei Paesi del Sud del mondo, sarà molto attiva in occasione della Giornata Mondiale del 12 ottobre.
Lo farà con la campagna Fermiamo la cecità, insieme è possibile, che si pone l’obiettivo di salvare dalla cecità 2 milioni e mezzo di persone attraverso 37 progetti in Africa, Asia e America Latina, tutti uomini, donne e bambini che rischiano di diventare ciechi. E lo farà innanzitutto informando l’opinione pubblica sulla diminuzione nel mondo del numero di persone cieche, dato però contrastato dal progressivo invecchiamento della popolazione, come sottolineato dalla rivista internazionale «Lancet».
«Quei dati – dichiara in tal senso Massimo Maggio, direttore di CBM Italia – sottolineano la necessità di continuare il nostro impegno contro la cecità. La cecità infatti si può fermare – l’80% delle cause che portano alla cecità sono prevenibili – e per farlo è necessario continuare il nostro lavoro insieme ai partner locali e ai Governi».
Dalla presentazione del libro Blind. Dal buio alla luce di Lorenzo Mattotti (Milano, 12 ottobre), ai tanti volontari in piazza nei prossimi weekend, fino alla tournée del Blind Date – Concerto al buio, ideato dal pianista ecompositore Cesare Picco, anche CBM Italia promuoverà varie iniziative in occasione della Giornata Mondiale della Vista, per le quali rimandiamo senz’altro a un ampio approfondimento curato dalla stessa organizzazione (a questo link). (S.B.)

Per tutte le notizie sulle iniziative promosse da IAPB Italia e UICI in occasione della Giornata Mondiale della Vista del 12 ottobre, accedere al sito dedicato all’evento. Per ulteriori informazioni: sezione.italiana@iapb.it.
Per CBM Italia: Paola De Luca (paola.deluca@cbmitalia.org).

Alcune Sezioni dell’UICI hanno segnalato alla nostra redazione le iniziative realizzate per la Giornata Mondiale della Vista. Ben volentieri ne riferiamo ai Lettori:
° UICI di Napoli:
Il 12 ottobre (ore 8.30-13), presso la Scuola Media Viale delle Acacie di Napoli, verranno effettuati screening oculistici per gli alunni, distribuzione di materiale e gadget e un incontro informativo con gli alunni e gli insegnanti.
Nella stessa data, a Casalnuovo di Napoli, si distribuirà materiale informativo e gadget agli alunni della scuola primaria, in collaborazione con l’Assessorato locale all’Istruzione.
Nel pomeriggio, invece (ore 15-19), sono previsti screening oculistici e la distribuzione di materiale informativo presso la Rotonda Diaz di Napoli. In quest’ultimo luogo tali iniziative sono previste anche per il 13 e 14 ottobre (ore 10-13 e15.19), nell’àmbito della manifestazione Campus 3S.
Per informazioni: Gianluca Fava (gianluca.fava@uicinapoli.it).

° UICI di Reggio Emilia:
La Sezione Provinciale dell’UICI di Reggio Emilia sarà anch’essa impegnata il 12 ottobre nell’attività di informazione e prevenzione dedicata alla cittadinanza, mettendo a disposizione l’ambulatorio di Corso Garibaldi, 26, per l’effettuazione di visite oculistiche gratuite aperte a tutti (ore 9-12).
Per informazioni: Alberto Sabatini (uicre@uiciechi.it).

° UICI di Torino:
Il 12 ottobre (ore 10-18), in Piazza Castello a Torino (lato Via Accademia delle Scienze, presso il monumento ai Cavalieri d’Italia), uno staff di oculisti effettuerà visite gratuite rivolte a tutti i cittadini, dedicandosi in particolare alla misurazione della pressione oculare, parametro fondamentale per la diagnosi di gravi malattie come il glaucoma.
Le persone potranno anche ritirare opuscoli e altri materiali informativi, poiché l’evento sarà anche un’occasione preziosa per far conoscere meglio la vita e l’esperienza delle persone cieche e ipovedenti, al di là degli stereotipi e dei pregiudizi.
Infine, la “cena al buio” organizzata dalla catena Eataly, in collaborazione con la Polisportiva ASD UICI Torino (Sala Savoia di Eataly Lingotto, ore 19.30).
Per informazioni: Lorenzo Montanaro (ufficio.stampa@uictorino.it).

Stampa questo articolo