Riconoscimenti continui per “Il rumore della vittoria”

È stato infatti selezionato ufficialmente anche dal “Babel Film Festival” di Cagliari e vi verrà proiettato domani, 5 dicembre, “Il rumore della vittoria”, già vincitore di alcuni premi in altrettanti concorsi. Nato da un’idea di Ilaria Galbusera e Antonino Guzzardi, due giovani sordi appassionati di sport e arti visive, che lo hanno anche diretto, il documentario segue il percorso umano e sportivo di sei atleti sordi che indossano la maglia azzurra

Manifesto del documentario "Il rumore della vittoria"

Il manifesto del documentario “Il rumore della vittoria”

Già vincitore di alcuni premi in altrettanti Festival, il documentario Il rumore della vittoria – del quale ci siamo più volte occupati – è stato ora selezionato ufficialmente dal Babel Film Festival di Cagliari, ove concorrerà sia per il Premio Maestrale, riservato ai lungometraggi, sia per il Premio UNICA Città di Cagliari, che verrà assegnato dagli studenti dell’Università del capoluogo sardo.
La proiezione nell’àmbito del Festival è in programma per domani, martedì 5 dicembre, alla Cineteca Sarda (Viale Trieste, 126, Cagliari, ore 15).

Il rumore della vittoria, lo ricordiamo, è diretto da Ilaria Galbusera e Antonino Guzzardi ed è nato da un’idea degli stessi, due giovani sordi appassionati di sport e arti visive i quali, nel corso di un viaggio attraverso l’Italia, durato più di due anni, hanno seguito il percorso umano e sportivo di sei giovani atleti sordi che indossano la maglia azzurra. Il tutto con l’obiettivo di sensibilizzare il pubblico su tematiche di cui i media parlano poco e di portare sullo schermo una realtà importante che ancora oggi risulta però sconosciuta ai più.
«Alice, Anna, Claudio, Loris, Mauro e Pasquale – avevano spiegato a suo tempo Galbusera e Guzzardi – raccontano le loro vite spesso segnate da pregiudizi e stereotipi legati alla loro disabilità e di come si ritrovino ad essere invisibili in una società che viaggia di corsa e non presta loro la giusta attenzione. Davanti alla cinepresa spiegano poi come lo sport abbia permesso loro di superare queste barriere e degli enormi sacrifici fatti per arrivare a indossare la maglia azzurra, l’ambizione più grande per ogni atleta italiano, accomunati dal desiderio di rivalsa contro la convinzione comune che non ce l’avrebbero mai potuta fare». (S.B.)

A questo link è disponibile il trailer ufficiale del Rumore della vittoria. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: ilrumoredellavittoria@gmail.com.

Stampa questo articolo