Il futuro a breve e lunga scadenza della pallavolo femminile sorde

«Sarà un weekend di sport senza barriere “mondiale”, perché con questo raduno la Nazionale di Pallavolo Femminile Sorde guarderà ai Mondiali del 2020, in programma a Chianciano Terme, ma sarà anche un weekend rivolto al “futuro” perché fornirà l’occasione di un importante debutto alle dieci piccole pallavoliste della neonata Nazionale Under 12/13, nel pieno spirito del progetto Campioni sordi ieri, oggi e domani»: così la Fondazione Pio Istituto dei Sordi presenta la quinta edizione della manifestazione “Volare oltre i limiti”, promossa a Milano da domani, 31 ottobre, a domenica 3 novembre

Locandina della quinta edizione di "Volare oltre i limiti", Milano, 31 ottobre-3 novembre 2019«Sarà un weekend di sport senza barriere “mondiale”, perché con questo raduno la Nazionale di Pallavolo Femminile Sorde guarderà ai Campionati Mondiali del 2020, in programma in luglio a Chianciano Terme (Siena). Ma sarà anche un weekend rivolto al “futuro” perché fornirà l’occasione di un debutto al quale i partner dell’iniziativa tengono moltissimo: vi parteciperanno infatti, per un momento di allenamento e gioco, anche le ragazzine della neonata Nazionale Under 12/13, dando vita a una “prima volta” che centrerà in pieno uno degli obiettivi del progetto Campioni sordi ieri, oggi e domani, ovvero promuovere l’attività sportiva soprattutto tra i più giovani, favorendo l’inclusione e la crescita atletica dei campioni sordi di domani».
Così la Fondazione Pio Istituto dei Sordi di Milano presenta la quinta edizione di Volare oltre i limiti, manifestazione promossa da domani, 31 ottobre, a domenica 3 novembre, sempre presso il Centro Asteria del capoluogo lombardo, in collaborazione con la FSSI (Federazione Sport Sordi Italia) e Sport and Fun Holidays, oltreché con il sostegno della Fondazione Vodafone Italia, nell’àmbito dell’edizione 2019 del bando OSO (Ogni Sport Oltre).

Protagonista di questo che sarà il primo dei due raduni nazionali del citato progetto Campioni sordi ieri, oggi e domani, sarà la Nazionale di Volley Sorde, ma non solo, poiché ampio spazio, come detto, avranno anche dieci piccole pallavoliste, individuate grazie a un capillare lavoro di osservazione condotto dallo staff azzurro e grazie alla grande visibilità ottenuta dalla Nazionale Maggiore in occasione delle Olimpiadi 2017 e ancor più dei vittoriosi Europei di Cagliari nell’estate scorsa.
«Il fatto di avere questa novità dell’Under 12/13 nell’occasione del ritiro di Milano – sottolinea Loredana Bava, direttore tecnico FSSI e responsabile per le attività di pratica sportiva del progetto Campioni sordi ieri, oggi e domani – è davvero importante. Le ragazzine vivranno infatti un’esperienza unica che le farà crescere fin da subito. Se penso a quando ho iniziato io, a quando non c’era un’attività giovanile, se penso a tutto il percorso che stiamo portando avanti, un po’ mi commuovo anche. Ed è solo l’inizio, ne siamo consapevoli, ma siamo felici».

Mentre le mattinate, dunque, saranno dedicate agli allenamenti della Nazionale, la stessa sarà impegnata nella serata del 1° novembre (ore 20) in una partita amichevole con il Consorzio Properzi Volley serie D, mentre nel pomeriggio di sabato 2 (ore 16) le ragazzine dell’Under 12/13 Sorde incontreranno le pari età udenti dello stesso Consorzio Properzi Volley. Entrambi questi eventi saranno aperti al pubblico a ingresso libero.

«Vogliamo affinare l’intesa tra le ragazze – spiega Alessandra Campedelli, allenatrice della Nazionale di Volley Sorde -, vedere giocatrici nuove che possano portare il proprio apporto alla causa e prepararci per il prossimo Campionato Mondiale in casa cui teniamo moltissimo Il livello tecnico e atletico che troveremo a Chianciano la prossima estate sarà molto più alto di quello incontrato a Cagliari all’ultimo Europeo. Veniamo però da una crescita costante che non vogliamo certo fermare e cercheremo un buon risultato senza smettere mai di sognare».

Nata nel 2015 per volontà della Fondazione Pio Istituto dei Sordi e seguita regolarmente anche dal nostro giornale, la manifestazione Volare oltre i limiti raggiungerà quest’anno ancora maggior forza, grazie al sostegno della Fondazione Vodafone Italia, continuando così a promuovere l’importanza dello sport come «linguaggio universale per eccellenza, che possiede la straordinaria capacità di abbattere le barriere comunicative in campo e fuori, e di azzerare le distanze anche tra le stesse persone sorde», come dichiara il direttore della Fondazione Stefano Cattaneo. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: progetti@pioistitutodeisordi.org.

Stampa questo articolo