Autismo adulto: gli interventi e gli strumenti da adottare

«Per “trattare l’autismo” in maniera efficace occorre avere conoscenza del pensiero autistico, delle implicazioni sensoriali, oltreché delle caratteristiche di processazione degli stimoli verbali e visivi»: viene riassunto così, da Giancarlo D’Errico, presidente dell’ANFFAS di Torino, il concetto di base su cui sarà incentrato il corso di formazione “Disturbi dello spettro autistico in età adulta, possibili aree di intervento e strumenti”, che prenderà il via il 29 gennaio a cura della stessa ANFFAS torinese, in collaborazione con l’ANGSA Piemonte e con il Consorzio ANFFAS La Rosa Blu

Giovane adulto con autismo

Un giovane adulto con autismo

«Per “trattare l’autismo” in maniera efficace non è sufficiente essere un tecnico della riabilitazione comportamentale, occorre avere conoscenza del pensiero autistico, delle implicazioni sensoriali, delle caratteristiche di processazione degli stimoli verbali e visivi. È indispensabile, inoltre, conoscere l’intero panorama delle relative strategie e strumenti di adattamento ed intervento»: viene riassunto così, da Giancarlo D’Errico, presidente dell’ANFFAS di Torino (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale), il concetto di base su cui sarà incentrato il corso di formazione denominato Disturbi dello spettro autistico in età adulta, possibili aree di intervento e strumenti, che prenderà il via il 29 gennaio prossimo e si protrarrà sino al 23 febbraio, a cura della stessa ANFFAS torinese, in collaborazione con l’ANGSA Piemonte (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici) e con il Consorzio degli Autonomi Enti a Marchio ANFFAS La Rosa Blu.

L’innovativo percorso formativo e informativo (se ne legga il programma dettagliato nel box in calce) approfondirà in particolare la conoscenza delle caratteristiche del disturbo dello spettro autistico, alcune delle possibili aree di intervento e alcuni degli strumenti utilizzati in ambito psico-educativo. (S.B.)

Per informazioni e iscrizioni: media@inspirecommunication.it (Daniele Pallante); consorzio@anffas.net; segreteria@anffas.torino.it.

Percorso formativo Disturbi dello spettro autistico, possibili aree di intervento e strumenti
Educatorio della Provvidenza, Corso Trento, 13, Torino
Il programma
° Mercoledì 29 gennaio (ore 9-15.30): Introduzione clinica e analisi funzionale, a cura di Roberto Keller, psichiatra e neuropsichiatra infantile, Città della Salute di Torino e Chiara Pezzana, neuropsichiatra infantile e dell’Associazione per l’Autismo Enrico Micheli ONLUS di Novara.
° Sabato 1° febbraio e domenica 2 febbraio (ore 9-17.30): Il progetto educativo life span “Lo sguardo alla vita intera”, a cura di Marina Zacchini, educatrice.
° Sabato 15 febbraio (ore 9-17.30): Le abilità sociali (Social Skill Training), a cura di Silvia Chieregato, psicologa.
° Sabato 22 febbraio (ore 9-17.30): Educazione affettiva e sessualità, a cura di Giovanni Magoni, psicologo e di CulturAutismo ONLUS; supervisione del Centro per l’Autismo La casa di Michele.
° Domenica 23 febbraio (ore 9-13.30): Le competenze comunicative e la comunicazione alternativa aumentativa, a cura del Centro Sovranazionale per la CAA Ca’ Granda, Milano, con Nataly Vivenzio e Carla Tagliani.

Stampa questo articolo