Un premio a quell’elefantino blu che parla di malattie metaboliche ereditarie

«Con la giusta dose di leggerezza e profondità, il racconto di Emanuela Nava e le illustrazioni di Giulia Orecchia accompagnano grandi e piccini in un percorso di riflessione e condivisione sulle malattie metaboliche»: per questo la favola “L’elefante Blu”, progetto editoriale voluto dall’AISMME (Associazione Italiana Sostegno Malattie Metaboliche Ereditarie) e realizzato da Carthusia, per raccontare l’“avventura” di chi soffre o vive accanto a chi ha una malattia metabolica ereditaria, ha avuto un riconoscimento speciale nell’àmbito del Premio letterario Angelo Zanibelli “La Parola che cura”

Copertina della favola "L'elefante Blu"«Con la giusta dose di leggerezza e profondità, il racconto di Emanuela Nava e le illustrazioni di Giulia Orecchia accompagnano piccini e genitori in un percorso di riflessione e condivisione sull’impatto delle malattie metaboliche, aiutandoli a gestire emozioni e paure»: con questa motivazione la bella favola L’elefante Blu, progetto editoriale supportato dall’AISMME (Associazione Italiana Sostegno Malattie Metaboliche Ereditarie), realizzato da Carthusia e nato per raccontare a grandi e piccini l’“avventura” di chi soffre o vive accanto a chi ha una malattia metabolica ereditaria, ha ottenuto un Premio Speciale nell’àmbito del Premio letterario Angelo Zanibelli La Parola che cura (edizione 2020), promosso da Sanofi.
All’Elefante Blu, ricordiamo, anche «Superando.it» ha dedicato a suo tempo un’ampia presentazione. (S.B.)

Ringraziamo per la segnalazione l’Ufficio Stampa di Sanofi (ufficiostampa@sanofi.com).

Stampa questo articolo