Il tutor accademico esperto in didattica musicale inclusiva

Insieme ad alcuni Conservatòri di Musica, l’Università LUMSA di Roma ha a suo tempo accolto con favore l’approvazione dell’emendamento alla Legge di Bilancio per il 2021, riguardante l’inserimento di una figura di tutor accademico esperto in didattica musicale inclusiva e appositamente formato. Su tale tema, la stessa Università LUMSA ha promosso per domani, 27 novembre, l’incontro online “La figura del tutor accademico: definizione e prospettive future” al quale parteciperanno alcuni rappresentanti istituzionali e di organizzazioni di persone con disabilità, tra cui la Federazione FISH

Rappresentazione grafica dedicata alla didattica musicale inclusiva

Una rappresentazione grafica dedicata alla didattica musicale inclusiva

Insieme ad alcuni Conservatòri di Musica, l’Università LUMSA di Roma ha a suo tempo sostenuto e accolto con favore l’approvazione dell’emendamento alla Legge di Bilancio per il 2021, riguardante l’inserimento di una figura di tutor accademico esperto in didattica musicale inclusiva e appositamente formato.
Su tale tema, per diffondere ulteriormente il concetto «che tutti i ragazzi e le ragazze hanno gli stessi diritti e chi ha doti musicali deve poterle esprimere con adeguati supporti», il Comitato Scientifico del Master Tutor accademico specializzato in didattica musicale inclusiva e le direttrici di tale iniziativa (Maria Cinque e Viviana D’Ambrogio), promossa nell’àmbito del Dipartimento di Scienze Umane, Comunicazione, Formazione e Psicologia della stessa Università LUMSA, hanno organizzato per il pomeriggio di domani, sabato 27 novembre (ore 15.30), l’incontro online denominato La figura del tutor accademico: definizione e prospettive future, cui parteciperanno anche alcuni rappresentanti istituzionali che hanno sostenuto l’emendamento citato.

Vi interverranno infatti i deputati Gilda Sportiello, Daniela Torto, Marco Bella e la senatrice Paola Binetti, insieme ad Antonio Quatraro, referente ministeriale per gli Studi Musicali, Mario Barbuto, presidente dell’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), Salvatore Nocera, presidente del Comitato dei Garanti della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), Stefania Stellino, presidente dell’ANGSA Lazio (Associazione Nazionale Genitori Persone con Autismo), Alberto Chiavoni, vicepresidente di Asperger Lazio, Carmine Santaniello, direttore del Conservatorio di Napoli, Salvatore Lombardi, componente del CNAM (Consiglio Nazionale per l’Alta Formazione Artistica e Musicale) e Maria Grazia Bellia, docente di Pedagogia Musicale all’Istiututo Superiore di Studi Musicali Vincenzo Bellini di Catania. (S.B.)

Per ulteriori informazioni: dambrogioviviana@gmail.com.

Stampa questo articolo