Società

Un po’ di storia dei simboli della disabilità

Il logo del 2013 di Brian Glenney e Sara Hender

La storia del “vecchio” e del “nuovo” Marco Cavallo e poi l’evoluzione dei simboli realizzati per rappresentare la disabilità, a partire dal 1968, fino all’“Accessibility Logo” coniato dalle Nazioni Unite nel 2015, raffigurazione che si rifà esplicitamente all’“Uomo Vitruviano” di Leonardo Da Vinci, con l’obiettivo di superare la visione della persona limitata alla sedia a rotelle, valorizzando allo stesso tempo l’unicità dell’essere umano. «Quest’ultimo – scrive Anna Maria Gioria – ha avuto tuttavia poco successo e non è riuscito a sfatare l’immagine classica della persona in carrozzina»

La disabilità saldamente presente nel nuovo Consiglio Nazionale di CSVnet

Al centro Giampiero Licinio, nuovo consigliere nazionale di CSVnet; dietro, da sinistra, Claudio Latino, presidente di CSVnet Valle d'Aosta, Lorenzo Gianfelice, altro nuovo consigliere di CSVnet e la neoeletta presidente nazionale della rete Chiara Tommasini

Non è stata solo l’elezione alla Presidenza di Chiara Tommasini, prima donna a ricoprire tale carica, l’unica importante novità emersa dal recente Congresso di CSVnet, l’Associazione Nazionale dei Centri di Servizio per il Volontariato. Del nuovo Consiglio Nazionale di tale organizzazione, infatti, sono entrati a far parte anche Giampiero Licinio, Lorenzo Gianfelice e Mauro Bornia, figure assai note nel mondo della disabilità, che in tale sede porteranno all’attenzione dell’intera rete di CSVnet le tante problematiche afferenti alla disabilità stessa

Un corto sul “Dopo di Noi” in finale al Festival “Officine Social Movie”

Un corto sul “Dopo di Noi” in finale al Festival “Officine Social Movie”

«Cosa ne sarà dei nostri ragazzi e ragazze quando noi familiari non potremo più prendercene cura?»: il classico quesito attorno al quale ruota il cosiddetto “Dopo di Noi” è al centro del cortometraggio intitolato anch’esso semplicemente “Dopo di Noi”, che lo affronta con ironia e sensibilità, mostrando il percorso di un gruppo di ragazzi e ragazze con disabilità, che interpretano se stessi, verso la loro autonomia. Realizzato dall’Associazione ANFFAS di Modica (Ragusa), per la regia di Alessio Micieli, il corto è giunto in finale al Festival “Officine Social Movie” di Arezzo

Come poter parlare di inclusione, se non si coinvolgono i diretti interessati?

Alla FISH (Federazione Italiana per

«Con riferimento al progetto “Bollino Blu” del Comune di Pisa per l’accesso agli esercizi commerciali delle persone con autismo, abbiamo deciso di non parteciparvi, non perché non sia una buona idea, ma perché non ci è stata data la possibilità di verificare la qualità della formazione fornita e di portare la voce delle nostre famiglie»: lo dicono dall’Associazione Autismo Pisa-Valdera-Valdicecina, prendendo le distanze da un’iniziativa presentata dal Comune toscano. E che tale iniziativa soffra di “mancanza di attenzione”, lo si capisce anche dal linguaggio usato nel presentarla

Bullismo e disabilità: incroci pericolosi

Bullismo e disabilità: incroci pericolosi

«Il maggior rischio di bullismo nei confronti di bambini/e e adolescenti con disabilità si presenta quando sono deboli o assenti meccanismi realmente efficaci sul piano dell’inclusione scolastica, dunque dalla condizione di forte isolamento vissuta dai minori con disabilità, anche per la presenza di barriere ambientali, quali ad esempio l’inaccessibilità fisica o sensoriale o l’impossibilità di partecipare a gite»: lo scrivono tra l’altro Sara Carnovali e Giovanni Merlo nell’interessante ricerca “Disabilità e bullismo: incroci pericolosi”, curata per conto della Federazione lombarda LEDHA

Le tante passioni di Andrea Ferrero, che ama la vita con tutte le forze

Andrea Ferrero al lavoro su un suo dipinto

La pittura, le trasmissioni in radio, lo sport: sono tante le passioni di Andrea Ferrero che, dice, «per me sono terapeutiche, uno stimolo a vivere con il sorriso. Tutti i giorni». E aggiunge: «Devo tutto al buon Dio e alla mia famiglia, ma un po’ anche a me stesso, se ho trovato la voglia di continuare a lottare. Sempre con il sorriso sulle labbra». Nonostante la sua cecità, Andrea, cinquantenne cagliaritano, ama la vita con tutte le forze ed è una di quelle persone che ti contagiano con il loro ottimismo. Per molti è diventato un esempio positivo da imitare

Il ciclo che lega disabilità e poverta nei Paesi in via di sviluppo (e non solo)

Dopo l'operazione ai piedini, Rebecca potrà tornare a camminare

«Nel mondo – annotano dall’organizzazione CBM Italia – sono oltre un miliardo le persone con disabilità e l’80% vive nei Paesi in via di sviluppo. Proprio in questi Paesi la povertà e la disabilità sono spesso collegate, creando un circolo cui è difficile sfuggire». Le azioni della stessa CBM in Africa, Asia e America Latina testimoniano come si possa spezzare quel circolo vizioso tra povertà e disabilità, che purtroppo sta riguardando sempre più anche molte fasce di popolazione nel mondo occidentale. Nello specifico approfondiamo i progetti di CBM in Uganda, Paese dell’Africa Orientale

La UILDM di Sassari, presidio dei diritti delle persone con disabilità

Un'immagine dell'Assemblea "en plein air" dellla UILDM di Sassari

Un 2020 con tante iniziativa, virtuali e anche in presenza, nonostante la pandemia, e un anno in corso altrettanto ricco di progetti: lo ha sottolineato Gigliola Serra, presidente della UILDM di Sassari (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare), riconfermata nella sua carica durante l’Assemblea dell’Associazione, tenutasi presso la Casa Vacanze di Platamona, bella realtà che ha già consentito a tante persone con disabilità di vivere, nel corso degli anni, un soggiorno pienamente accessibile

Emilia Romagna: è arrivata l’ora di una piena riapertura dei servizi diurni

Emilia Romagna: è arrivata l’ora di una piena riapertura dei servizi diurni

«Rinnoviamo l’appello alla Regione Emilia Romagna per la piena ripresa dei servizi diurni, che in seguito all’emergenza Covid, sono stati fortemente ridimensionati a partire dal mese di maggio 2020»: lo scrivono in una nota la Federazione FISH Emilia Romagna, il Comitato Regionale dell’AIAS e l’ANFFAS Emilia Romagna, aggiungendo che «tale situazione, da più di un anno, ha complicato la vita delle persone che accedono ai servizi e delle loro famiglie, limitando le possibilità di sostegno sociale e di assistenza, e lasciando inevitabilmente ai nuclei familiari il carico di questo disagio»

Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e Welfare: un ciclo per approfondire

Disabilità, persone anziane, salute, nuove generazioni, contrasto alla povertà: da queste e da angoli visuali verrà analizzato a fondo il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, il “Recovery Plan” italiano, che dovrà fare ripartire il Paese dopo la pandemia, nel corso di un ciclo di incontri online promossi dalla Consulta Welfare del Forum Nazionale del Terzo Settore, che prenderanno il via proprio nel secondo pomeriggio di oggi, 17 giugno, per proseguire il 22, il 28 giugno e il 1° luglio, concludendosi il 5 luglio

Un corso di formazione in “Disability Management – Disability Manager”

Promosso dalla Casa Editrice La Tribuna e condotto da Massimo Rolla, avvocato e coordinatore del Centro Studi Giuridici e Politici della Federazione FISH, il corso di formazione online in “Disability Management – Disability Manager” si terrà dal 5 all’8 luglio, «per fornire – come viene spiegato – le competenze e gli strumenti operativi e culturali affinché si realizzi una visione unitaria e coordinata delle competenze necessarie a migliorare la qualità e l’efficacia delle politiche di inserimento delle persone con disabilità in ogni contesto sociale, dalla scuola al mondo del lavoro»

Un progetto per creare interventi online a sostegno dei caregiver informali

Michelle Semonella è una dottoranda in psicologia presso la Bar-Ilan University in Israele e il suo progetto di dottorato si chiama “SOSteniamoci” il cui obiettivo è quello di sviluppare un intervento online per sostenere i caregiver informali in Italia. Per dare corso all’iniziativa è stato predisposto un questionario in rete, di semplice compilazione, finalizzato ad indagare la prospettiva, l’aspettativa e la volontà dei/delle caregiver informali e degli psicologi/psicoterapeuti nei confronti degli interventi psicologici online

Dopo il Covid: imparare dalle persone con disabilità

«Andare oltre l’inquadramento della disabilità unicamente in termini biomedici» e «costruire un mondo senza pregiudizi contro le persone con disabilità»: sono due tra i più interessanti passaggi del documento “L’amicizia con le persone con disabilità: l’inizio di un nuovo mondo. Imparare dalle esperienze delle persone con disabilità e dei loro caregivers durante la pandemia da COVID-19”, testo degno di grande attenzione, prodotto dalla Pontificia Accademia per la Vita, organismo del Vaticano che ha come fine la difesa e la promozione del valore della vita umana e della dignità della persona

Ripartire per una vita senza barriere: il Congresso della FISH Campania

Il Congresso della FISH Campania (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), che si terrà il 19 giugno a Battipaglia (Salerno), prevede inizialmente una sessione di grande interesse, intitolata “Ripartire per una vita senza barriere” e impreziosita dagli interventi di numerose autorevoli figure appartenenti al mondo istituzionale, accademico e associativo. È in programma, inoltre, anche la presentazione delle Agenzie Regionali per la Vita Indipendente

Vent’anni di impegno, in difesa dei diritti delle persone con autismo

«Ci ha sempre mosso la forte convinzione che le persone con autismo debbano poter godere degli stessi diritti e opportunità di tutti i cittadini»: lo dicono dall’ANGSA Umbria (Associazione Nazionale Genitori di Persone con Autismo), che in questo 2021 festeggia i suoi primi vent’anni, essendo nata appunto nel 2001, dalla spinta di un gruppo di genitori e dalla loro volontà di trovare una soluzione tangibile al problema dell’autismo per i propri figli e figlie

Continuano a “lavorare” le idee inclusive di Nicola Cuomo

«Accettare l’altro come è e non come dovrebbe essere, lasciarsi implicare emotivamente nelle riflessioni scientifiche, alla ricerca di altri modi di essere rigorosi, è l’orientamento da sperimentare e approfondire»: lo scrisse Nicola Cuomo, che fu docente di Pedagogia Speciale all’Università di Bologna, in onore del quale, a cinque anni dalla sua scomparsa, l’Associazione AEMOCON – Emozione di Conoscere, da lui stesso fondata, ha promosso per il 18 giugno un convegno internazionale, per far capire come continuno a “lavorare” le sue idee in tema di diritti della persona, con e senza disabilità

La FISH Friuli Venezia Giulia e il domani delle persone con disabilità

La situazione delle persone con disabilità e delle loro Associazioni, durante e dopo la pandemia, il lavoro, la diffusione sul territorio e l’autorappresentanza sono stati tra i temi principali discussi durante il Congresso della FISH Friuli Venezia Giulia (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), che ha visto la riconferma alla Presidenza di Giampiero Licinio. All’incontro è intervenuto anche Vincenzo Falabella presidente nazionale della FISH

Le conseguenze del Covid sui caregiver informali in Europa

È liberamente scaricabile nel web il documento finale relativo allo “Studio sulle conseguenze del Covid-19 sui caregiver informali in Europa”, promosso da Eurocarers (Associazione europea a supporto dei caregiver), in collaborazione con il Centro Ricerche Economico-Sociali dell’IRCCS INRCA di Ancona, rispetto al quale anche «Superando.it» aveva segnalato, alla fine dello scorso anno, il questionario che consentiva di poter collaborare alla ricerca

Il Codice di Qualità e Autocontrollo dell’ANFFAS

«Il Codice di Qualità e Autocontrollo è un elemento fondamentale in questo passaggio epocale che tutto il Terzo Settore sta vivendo dopo la Riforma, ed è simbolo di trasparenza, democrazia interna, del rapporto tra Associazione e Soci e della misurazione dell’impatto e delle attività in genere»: così Roberto Speziale, presidente nazionale dell’ANFFAS, si sofferma su uno dei principali passaggi dell’Assemblea Nazionale delle Associazioni Socie ANFFAS 2021, in programma per venerdì 11 e sabato 12 giugno, in modalità online, ma che sarà possibile seguire anche in diretta Facebook