Il progetto di vita della persona adulta con disabilità intellettiva

Si terrà il 12 maggio a Milano un nuovo incontro sul tema “Diritti, servizi, risorse, prospettive per l’adultità”, organizzato dalle Associazioni Spazio Nautilus (Asperger in Lombardia) e InCerchio per le Persone Fragili, durante il quale gli esperti di quest’ultima attueranno un’analisi completa e multidisciplinare delle norme, le procedure, i servizi e le risorse riguardanti il progetto di vita della persona con disabilità intellettiva adulta, con particolare riferimento alla prospettiva della pianificazione “Durante Noi” per il “Dopo di Noi”

Persona con disabilità in carrozzina insieme a tre persone senza disabilitàConoscere per agire ovvero due incontri sul tema Diritti, servizi, risorse, prospettive per l’adultità: sono quelli organizzati a Milano dalle Associazioni Spazio Nautilus (Asperger in Lombardia) e InCerchio per le Persone Fragili, il primo dei quali – il 14 aprile scorso – ha visto i presenti seguire con attenzione la relatrice Daniela Piglia, giurista e direttore di InCerchio, che ha illustrato le varie norme e procedure relative alle provvidenze economiche, al collocamento mirato, alle agevolazioni sul lavoro, alla reversibilità e ad altri temi ancora.

Il secondo incontro è ora in programma per sabato 12 maggio (presso Spazio Nautilus, Via Sant’Erlembaldo, 4, ore 10-12.30), e sarà condotto – oltreché dalla stessa Piglia – dalla psicologa e psicoterapeuta Cristina Labianca e dal Life Planner Michael Leone, i quali attueranno un’analisi completa e multidisciplinare delle norme, le procedure, i servizi e le risorse riguardanti il progetto di vita della persona con disabilità intellettiva adulta, con particolare riferimento alla prospettiva della pianificazione “Durante Noi” per il “Dopo di Noi”. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: legale@associazioneincerchio.com; info.spazionautilus@gmail.com.

Stampa questo articolo