Andiamo a vivere da soli

Proseguirà il 18 maggio a Matera, con un incontro dedicato all’autonomia e all’indipendenza delle persone con disabilità – il percorso del Progetto “A difesa dei diritti”, che vede in questi mesi la FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) impegnata nella promozione e nel sostegno delle varie organizzazioni territoriali

Donna in carrozzina in un bagno accessibile«È certamente un tema di urgente interesse per la nostra Regione», come sottolinea Vincenza Ferrarese, presidente della FISH Basilicata (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), quello scelto per il convegno denominato Andiamo a Vivere da Soli. Idee e progetti per l’autonomia abitativa delle persone disabili, in programma per sabato 18 maggio a Matera (Mediateca Provinciale, Piazza Vittorio Veneto, ore 10), con il quale proseguirà il percorso del progetto della FISH A difesa dei diritti: interventi di sostegno delle capacità di tutela dei diritti delle associazioni delle persone con disabilità, che vede in questi mesi la Federazione impegnata nella promozione e nel sostegno delle varie organizzazioni territoriali, vale a dire laddove le persone vivono e la difesa e la promozione dei diritti si fa ogni giorno più necessaria.
A collaborare con la FISH nell’organizzazione dell’incontro – patrocinato dalla Regione Basilicata, dalla Provincia e dal Comune di Matera – sono state l’AIPD locale (Associazione Italiana Persone Down) e il Centro Servizi Regionale al Volontariato.

Aperti da Anna Maria Colangelo, presidente dell’AIPD Matera, i lavori – dopo i saluti istituzionali di Luca Braia, assessore alle Infrastrutture, alle Opere Pubbliche e alla Mobilità della Regione Basilicata, di Franco Stella, presidente della Provincia di Matera, di Simonetta Guarini, assessore alle Politiche Sociali del Comune di Matera e di Pietro Iacovone, vicepresidente del Centro Servizi Regionale al Volontariato – prevedono gli interventi di Giovanni Merlo, direttore della LEDHA (Lega per i Diritti delle Persone con Disabilità), componente lombarda della FISH (La Convenzione ONU: un programma di azione!), della già citata Vincenza Ferrarese (Esperienze di autonomia nel territorio lucano), di Francesco Cadelano dell’AIPD Nazionale (Autonomamente grandi), di Michele Plati, presidente della Cooperativa Sociale Il Sicomoro di Matera (Opportunità di inserimento lavorativo per i disabili) e della psicologa Simona Montemurro (Verso l’autonomia abitativa: esperienze e progetti).
Seguirà un focus group dedicato ai temi Autonomia e lavoro: riflessioni e progetti per la costruzione di opportunità lavorative per i disabili e Autonomia abitativa: andiamo a vivere da soli, a precedere una serie di riflessioni e proposte per la redazione di un documento progettuale condiviso. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: fishbasilicata@fishonlus.it.

Stampa questo articolo