Sessualità, affettività, disabilità: istruzioni per l’uso

È questo il titolo del corso di formazione in programma per il 4 giugno a Olbia, a cura dell’Associazione sensibilMente, in collaborazione con la Cooperativa CO.SE.SO. «L’obiettivo che si vuole perseguire – spiegano i promotori dell’iniziativa – è l’acquisizione di maggiori strumenti per affrontare le difficoltà, oggettive e soggettive, incontrate da operatori e famiglie di fronte a queste tematiche, e ampliare il proprio punto di osservazione sulle relazioni affettive e sulla sessualità nella vita di chi è portatore di differenze»

Locandina del corso di formazione "Sessualità, affettività, disabilità: istruzioni per l'uso", Olbia, 4 giugno 2016

La locandina del corso di formazione del 4 giugno a Olbia

Quale posto occupa la sessualità nella vita delle persone con disabilità fisiche, cognitive e sensoriali? E come si sviluppano l’immagine di Sé e il rapporto con la propria corporeità e la propria sensorialità?
Ruoterà attorno a tali quesiti il corso di formazione Sessualità, affettività, disabilità: istruzioni per l’uso, in programma per sabato 4 giugno a Olbia (Sala Expò, Via Porto Romano), rivolto a operatori e famiglie e organizzato dalla locale Associazione sensibilMente, in collaborazione con la Cooperativa Sociale CO.SE.SO.

«Attraverso strumenti audiovisivi, dibattiti, slides e brevi momenti di riflessione individuale – spiega Veronica Asara, presidente di sensibilMente – i partecipanti verranno accompagnati in un percorso di conoscenza e consapevolezza sui comportamenti sessuali considerati “problematici” e sulle risposte fornite più frequentemente. L’obiettivo che si vuole perseguire è l’acquisizione di maggiori strumenti per affrontare le difficoltà, oggettive e soggettive, incontrate da operatori e famiglie di fronte a queste tematiche, e ampliare il proprio punto di osservazione sulle relazioni affettive e sulla sessualità nella vita di chi è portatore di differenze».

A condurre la giornata sarà la psicoterapeuta e sessuologa Priscilla Berardi, figura decisamente autorevole in questo àmbito, nota anche, ai nostri Lettori, per essere stata curatrice scientifica e coautrice (insieme ad Adriano Silanus, Raffaele Lelleri, Jonathan Mastellari e Valeria Alpi) di Sesso, Amore & Disabilità, film documentario di 105 minuti, incentrato sul tema della vita sessuale e affettiva delle persone con disabilità, e divulgato nel 2013. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: veroasara@gmail.com.

Stampa questo articolo