Una serata per sperimentare altri sensi

«Un aperitivo silenzioso e una cena al buio, per andare oltre le barriere e scoprire, in un gioco di simulazione, che basta un’ora di vita diversa per comprendere come i limiti possano diventare un’opportunità»: viene presentata così, dall’Associazione friulana Laluna, la serata organizzata per il 23 giugno a San Giovanni di Casarsa della Delizia (Pordenone)

Cena al buio

All’aperitivo silenzioso seguirà una cena al buio, nel corso dell’iniziativa promossa il 23 giugno dall’Associazione Laluna a San Giovanni di Casarsa (Pordenone)

«Andare oltre le barriere e scoprire, in un gioco di simulazione, che basta un’ora di vita diversa per comprendere come i limiti possano diventare un’opportunità»: viene presentata così, dall’Associazione Laluna di Casarsa della Delizia (Pordenone), la serata organizzata per giovedì 23 giugno presso l’Area Zuccheri di San Giovanni di Casarsa, nell’àmbito della locale Sagra di San Zuan.

Si partirà dunque con un aperitivo silenzioso (ore 19), promosso in collaborazione con l’ENS di Pordenone (Ente Nazionale Sordi), in compagnia di Francesca Lisjak della stessa ENS, per continuare con una cena al buio (ore 20), in collaborazione con l’UICI di Pordenone (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti).
«L’obiettivo dei due eventi – ricordano ancora dalla ONLUS Laluna – è offrire un’esperienza diversa, con l’intento più grande di aiutare a capire che la diversità può essere una ricchezza, come insegna, ad esempio, Daniele Cassioli, persona non vedente lombarda, che lo scorso anno a Sacramento in California ha vinto ben cinque titoli mondiali nello sci nautico!». (S.G.)

Ringraziamo per la collaborazione l’Ufficio Stampa di Nove34.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: associazione.laluna@gmail.com.

Stampa questo articolo